Regioni ticket sanitario 10 euro

di Stefania Russo 1

Tra le nuove tasse previste dalla manovra finanziaria 2011 figura anche il discusso ticket sanitario da 10 euro per gli esami specialistici..

Tra le nuove tasse previste dalla manovra finanziaria 2011 figura anche il discusso ticket sanitario da 10 euro per gli esami specialistici e il ticket da 25 euro sui codici bianchi al pronto soccorso. L’approvazione della manovra da parte del governo, tuttavia, non impone di per sé l’applicazione del ticket in quanto in materia di sanità sono le regioni a decidere.

Hanno fatto già sapere di volersi adeguare alle disposizioni contenute nella manovra finanziaria Lombardia, Liguria, Veneto, Basilicata e Sicilia, in cui già a partire da oggi si pagheranno i ticket di 10 e 25 euro.


Al contrario, invece, hanno fatto sapere che non intendono applicare il ticket aggiuntivo per le visite specialistiche Veneto, Umbria, Sardegna, Emilia Romagna, Val D’Aosta e Trentino Alto Adige, che però adotteranno il ticket di 25 euro sui codici bianchi.

[LEGGI] ENTRATE TRIBUTARIE GENNAIO APRILE 2011 +5,7%

Le restanti regioni, invece, non hanno ancora ben deciso cosa fare, per cui il provvedimento resterà sospeso ancora per qualche giorno. Per quanto riguarda il Lazio, Renata Polverini ha spiegato che non è esclusa un’adesione in quanto non è certo che la regione si possa permettere di non introdurre il ticket. Come ha spiegato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, infatti, le amministrazioni possono anche non applicare il ticket sulle visite specialistiche ma in questo caso devono però adottare altre misure di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie per partecipare al mantenimento dell’equilibrio economico-finanziario e del controllo dell’appropriatezza.

Secondo le prime stime saranno circa 15 milioni gli italiani che dovranno sborsare 10 euro in più per una visita o un esame specialistico, compresa una semplice radiografia o un banale esame del sangue. Questo, secondo alcune associazioni dei consumatori, significa che per alcuni esami o visite risulterà meno dispendioso rivolgersi ad un privato. L’esempio è quello dell’emocroma, che se ci si rivolge al servizio sanitario ha un costo di 3-4 euro che passa a 13-14 euro con l’aggiunta del ticket, ossia una cifra superiore a quella richiesta dalla maggior parte degli ambulatori.

Commenti (1)

  1. Ho visto che le addizionali regionali sugli esami diagnostici sono di 10,00 euro.
    Perchè io oggi ne ho pagati 22,80 presso l’istituto dei tumori di Milano per mammografia ed ecografia mammella ? Il Ticket era uno solo.

Rispondi