Rateizzazione debiti fiscali in aumento nel 2010

di Stefania Russo Commenta

Complice la crisi economica e l'elevato tasso di disoccupazione e precariato, sono sempre di più le persone che scelgono la formula rateale..

Complice la crisi economica e l’elevato tasso di disoccupazione e precariato, sono sempre di più le persone che scelgono la formula rateale per pagare tasse e contributi. A rivelarlo è Equitalia che al 31 dicembre 2010 ha contato circa un milione di rateizzazioni concesse per un ammontare complessivo che supera i 4,2 miliardi di euro.

La rateizzazione, che viene gestita direttamente dagli agenti di riscossione, consente alla famiglie che vivono una situazione di difficoltà economica di dilazionare fino a sei anni il pagamento dei debiti fiscali e contributivi.


Nella maggior parte dei casi si ricorre a questa modalità di pagamento per importi non eccessivamente elevati, in genere infatti la rateizzazione viene richiesta per importi non superiori ai 5.000 euro in quanto se non si supera questa soglia per ottenere l’agevolazione non è richiesta la presentazione di una particolare documentazione a supporto della domanda.

Dal punto di vista regionale il maggior numero di richieste di rateizzazione è arrivato dal Lazio (140.000 richieste), seguono Campania (132.000 richieste) e Toscana (106.000 richieste).

Nel caso in cui si voglia richiedere una rateizzazione è possibile simulare un piano di ammortamento tramite un calcolatore disponibile sul sito internet www.equitaliaspa.it, dove è anche possibile reperire i moduli per inoltrare la richiesta.

Rispondi