Prima rata Imu 2012 calcolata su aliquota base

di Stefania Russo Commenta

A fronte dell'indecisione dei Comuni italiani in merito alla fissazione delle aliquote da applicare per il calcolo dell'Imu...

A fronte dell’indecisione dei Comuni italiani in merito alla fissazione delle aliquote da applicare per il calcolo dell’Imu da versare, il governo ha stabilito che la prima rata della nuova imposta sugli immobili, da versare entro il 18 giugno prossimo, verrà calcolata mediante l’applicazione delle aliquote base, mentre le aliquote derivanti dalle eventuali modifiche dei Comuni verranno applicate nel calcolo del saldo che i contribuenti saranno chiamati a versare a dicembre.

IMU SCONTATO PER TERRENI E CASE AGRICOLE

Ne deriva quindi che per la maggior parte dei proprietari di immobili la rata di giugno sarà piuttosto leggera, o comunque più leggera rispetto a quella che si troveranno a pagare a dicembre, quando secondo gli addetti ai lavori arriverà il vero e proprio salasso che tutti attendevano a giugno.

L’aliquota base, ricordiamo, è pari allo 0,4% per l’abitazione principale e allo 0,76% per le seconde case, tuttavia i Comuni hanno facoltà di modificarle. In particolare, quella per l’abitazione principale può essere aumentata o diminuita fino allo 0,2%, mentre quella per le seconde case può essere aumentata o diminuita dello 0,3%.

COMPENSAZIONE IMU TRAMITE F24

Dal risultato ottenuto mediante l’applicazione di tale aliquote, tuttavia, resta fatta salva anche per l’acconto di giugno la possibilità di attuare le detrazioni previste, ossia la franchigia di 200 euro per l’abitazione principale e la detrazione di 50 euro per ciascun figlio di età inferiore ai 26 anni.

A riguardo è bene precisare che l’emendamento del governo prevede l’applicazione delle aliquote base per la rata di giugno solo in quei Comuni che non hanno provveduto alla fissazione delle aliquote, che fino ad oggi secondo le rilevazioni del Caf sono pari al 6% dei Comuni italiani.

Rispondi