Istruzioni pagamento superbollo auto

di Stefania Russo Commenta

Entro il 10 novembre coloro che al 6 luglio scorso, ossia alla data di entrata in vigore del decreto legge 98/2011, possedeva un veicolo...

Entro il 10 novembre coloro che al 6 luglio scorso, ossia alla data di entrata in vigore del decreto legge 98/2011, possedevano un veicolo per il trasporto di persone o cose con una potenza superiore a 225 chilowatt, devono pagare l’addizionale erariale sulla tassa automobilistica mediante il modello “F24 elementi identificativi”.

Tale addizionale ammonta a 10 euro per ogni kW eccedente i 225, inoltre non è prevista la possibilità di compensare l’importo dovuto mediante eventuali crediti vantati dal contribuente stesso.

PAGAMENTO SUPERBOLLO AUTO DI LUSSO

Il codice tributo per il pagamento di tale tassa è stato indicato dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 101/E del 20 ottobre. Tale risoluzione specifica anzitutto che nella sezione “Contribuente” del modello vanno indicati i dati anagrafici e il codice fiscale di chi effettua il versamento; nella sezione “Erario ed altro”, la lettera “A” nel campo “tipo”, la targa del veicolo nel campo “elementi identificativi”, l’anno di decorrenza della tassa automobilistica nel campo “anno di riferimento”.

NUOVE TASSE MANOVRA FINANZIARIA 2011

La risoluzione indica poi il codice tributo 3364 da utilizzare per il versamento, indicando inoltre altri due codici, il 3365 e il 3366, che dovranno invece essere utilizzati rispettivamente per sanzioni e interessi nel caso in cui il pagamento dovuto venga effettuato in ritardo.

In relazione al 2012 verrà invece emanato un decreto finalizzato a consentire ai contribuenti di pagare contestualmente il bollo e l’addizionale, tuttavia nel caso in cui tale decreto non dovesse essere emanato si procederà al pagamento della tassa sui veicoli con potenza superiore a 225 kW secondo le modalità stabilite per l’anno in corso, ossia attraverso il modello “F24 elementi identificativi”.

Rispondi