Come pagare l’Ivie

di Stefania Russo Commenta

L'art. 19 del cosiddetto decreto Salva Italia (DL 201/2011, convertito nella Legge 214/2011) ha introdotto una nuova imposta...

L’art. 19 del cosiddetto decreto Salva Italia (DL 201/2011, convertito nella Legge 214/2011) ha introdotto una nuova imposta che sono chiamate a pagare le persone fisiche residenti in Italia ma che risultano essere proprietarie di uno o più immobili situati all’estero.

Tale imposta prende il nome di Ivie (Imposta sul Valore degli Immobili all’Estero) e dovrà essere liquidata utilizzando il quadro RW del modello Unico PF 2012.

TASSA IMMOBILI E ATTIVITÀ FINANZIARIE ALL’ESTERO MANOVRA MONTI

Più nel dettaglio, l’imposta dovrà essere liquidata nei righi RM33 e RM34 del suddetto modello, ovvero: nella colonna 1 dovrà essere indicato il valore dell’immobile situato all’estero; nella colonna 3 la quota di possesso dell’immobile; nella colonna 4 il periodo di possesso; nella colonna 5 andrà indicato l’ammontare dell’imposta dovuta proporzionalmente alla quota posseduta; nella colonna 6 dovrà essere indicato l’eventuale credito d’imposta derivante dal pagamento delle imposte patrimoniali versate per lo stesso immobile nello Stato in cui esso è situato; nella colonna 7 l’imposta netta dovuta, calcolata come differenza tra la colonna 5 e la colonna 6; nella colonna 8 andrà posta una “X” qualora il soggetto proprietario dell’immobile lavori all’estero per lo Stato Italiano, in quanto in tal caso è prevista un’agevolazione.

MODELLO UNICO 2012 EDITABILE

In sede di compilazione del modello Unico PF 2012 risultano obbligate a liquidare l’Ivie, e quindi ad effettuare il relativo versamento entro il termine previsto per il versamento del saldo Irpef 2011, tutti coloro che nel corso del 2011 possedevano un immobile all’estero a titolo di proprietà o di diritto reale di godimento, mentre risulta esonerato da tale obbligo il nudo proprietario.

Rispondi