Aumento aliquota addizionale regionale Irpef manovra Monti

di Stefania Russo 2

Tra le misure previste dalla manovra Monti salva Italia figura un innalzamento dell'aliquota base dell'addizionale regionale...

Tra le misure previste dalla manovra Monti salva Italia figura un innalzamento dell’aliquota base dell’addizionale regionale, una misura che dovrebbe comportare maggiori entrate nelle casse regionali per un ammontare pari a circa 2,5 miliardi di euro, soldi che dovranno poi essere utilizzati per finanziare la sanità.

La nuova norma, più nel dettaglio, prevede un innalzamento dello 0,33% della quota base dell’addizionale Irpef regionale dallo 0,9% a l’1,23%.

CALCOLO ADDIZIONALE REGIONALE E COMUNALE IRPEF

Le regioni, ricordiamo, hanno la possibilità di attuare un ulteriore innalzamento dell’aliquota base dello 0,5%, ne deriva quindi che l’aliquota potrà toccare l’1,73% fino ad arrivare al 2,03% in quelle regioni in cui, a fronte di un elevato deficit sanitario, è prevista la possibilità di incrementare l’aliquota base di un ulteriore 0,30%.

PAGAMENTO ADDIZIONALE REGIONALE E COMUNALE IRPEF

Ne deriva quindi che, a causa dell’effetto della manovra, le regioni più tartassate saranno Campania, Calabria e Molise, mentre al contrario quelle in cui verrà applicata l’aliquota base senza ulteriori maggiorazioni saranno Friuli Venezia Giulia, Basilicata, Toscana, Veneto, Valle d’Aosta e le provincie autonome di Trento e Bolzano.

L’effetto della nuova norma è retroattivo, dal momento che si tratta di un’imposta che viene pagata nell’anno di imposta successivo a quello a cui si riferisce, ne deriva quindi che i dipendenti e i pensionati pagheranno l’imposta calcolata secondo le nuove aliquote già a partire da gennaio 2012, mentre i lavoratori autonomi lo faranno a giugno a titolo di saldo per l’anno d’imposta 2011.

Commenti (2)

  1. io che ho fattola domanda il25/9/11 come lavoro usurante e che mi mancavano6 mesi ma adesso come sono messo?

  2. e davvero arrivato il momento di mandare a quel paese molto lontano Monti e tutti i politici d’italia, avete rubato soldi alla povera gente ( operai e pensionati) che ha “SUDATO” per guadagnarsi da divere e continuate a farlo ancora, siete degli sporchi ladri. E UNA VERGOGNA!

Rispondi