Aumento addizionale Irpef 2012

di Stefania Russo Commenta

I sindaci dei Comuni italiani hanno tempo fino al 30 agosto per determinare l'addizionale comunale Irpef spaziando...

I sindaci dei Comuni italiani hanno tempo fino al 31 agosto per determinare l’addizionale comunale Irpef spaziando dall’aliquota 0 all’aliquota dello 0,8%, a seconda del gettito che si intende realizzare. In virtù di quanto stabilito dalla Legge 148/2011, inoltre, le amministrazioni comunali possono anche introdurre delle aliquote differenziate in base a scaglioni di reddito predeterminati.

Nonostante manchino ancora due mesi alla scadenza del termine previsto per la determinazione delle aliquote, diversi Comuni hanno già preso la loro decisione, contribuendo così a confermare la tendenza rialzista dell’addizionale comunale.

ELENCO ALIQUOTE COMUNALI IRPEF 2011-2012

L’aliquota media stabilita dai Comuni che hanno già comunicato la loro decisione, infatti, è pari al 5,24 per mille, ossia in crescita del 15% rispetto al 4,55 per mille del 2011. La situazione, tuttavia, varia da città a città. Tra le città che hanno previsto l’applicazione dell’aliquota massima figurano Palermo, Catanzaro, Torino, Sassari, Savona e Parma, mentre hanno invece scelto di differenziare l’aliquota in base al reddito i Comuni di Milano, Pavia, Cuneo, Ferrara e Cagliari.

CALCOLARE STIPENDIO DAL LORDO AL NETTO

Non manca però chi ha deciso di andare in controtendenza, provvedendo a limare l’aliquota o ad alzare l’area dell’esenzione, come i Comuni di Firenze, Empoli o Novara, anche se i benefici che derivano da tale decisione sono largamente assorbiti dall’Imu.

Del resto la maggior parte degli italiani ha già avvertito i primi effetti dello sblocco delle aliquote addizionali comunali Irpef, basti pensare che nel corso dei primi quattro mesi del 2012 l’Irpef comunale ha già prodotto un gettito superiore del 10,8% rispetto al 2011. Inoltre, se alla fine verranno confermati gli incrementi medi registrati fino ad ora, nel 2013 il prodotto delle aliquote 2012 arriverà a toccare i 3,8-3,9 miliardi, ossia un miliardo in più rispetto ai 2,9 incassati nel 2011.

Rispondi