Agevolazioni Imu 2012 per tipologia di immobile

di Stefania Russo Commenta

Oltre alla possibilità di detrarre dall'importo dovuto 200 euro per la prima casa e 50 euro per ciascun figlio a carico..

In tema di Imu, oltre alla possibilità di detrarre dall’importo dovuto 200 euro per la prima casa e 50 euro per ciascun figlio a carico di età non superiore ai 26 anni, sono previste alcune agevolazioni concesse in relazione a determinate tipologie di immobili.

CODICE RATE IMU DA INDICARE IN F24

Fabbricati inagibili o inabitabili: limitatamente ai periodi dell’anno in cui sussistono tali condizioni è previsto uno sconto del 50% della base imponibile. Per ottenere tale sconto è necessario che l’inagibilità o l’inabitabilità venga accertata dall’ufficio tecnico comunale attraverso una perizia a carico del proprietario. Quest’ultimo, inoltre, dovrà consegnare al Comune apposita dichiarazione a cui dovrà essere allegata idonea documentazione.

Immobili non produttivi di reddito fondiario: il tal caso è stata concessa ai Comuni la possibilità di attuare una riduzione dell’aliquota fino allo 0,4%. A riguardo ricordiamo che sono considerati tali gli immobili strumentali per destinazione, cioè utilizzati dal possessore esclusivamente per l’esercizio dell’impresa, dell’arte o della professione, e gli immobili strumentali per natura, cioè quelli che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni.

Immobili di soggetti IRES: per questa categoria di immobili è prevista la possibilità per i Comuni di attuare una riduzione dell’aliquota fino allo 0,4%.

PAGARE L’IMU ONLINE CON F24 ONLINE E F24 WEB

Immobili locati: anche in questo caso i Comuni hanno la possibilità di attuare una riduzione dell’aliquota applicata fino allo 0,4%. A riguardo è stato sottolineato che il legislatore ha utilizzato il termine locazione e non affitto, portando quindi a dedurre che tale disposizione riguardi solo i fabbricati e non anche i terreni.

Fabbricati di proprietà di imprese costruttrici: in tal caso è prevista la possibilità di ridurre l’aliquota fino allo 0,38% fino a quando permane tale destinazione, sempre che non siano locati e, in ogni caso, per un periodo non superiore a 3 anni dall’ultimazione dei lavori.

Fabbricati rurali strumentali: in questo caso è prevista l’applicazione di un’aliquota ridotta, pari a 0,2%, che i Comuni possono diminuire fino alla misura dello 0,1%.

Rispondi