Accertamento fiscale per redditometro

di Francesco Di Cataldo 1

Innanzitutto evidenziamo che si tratta non di una lettera con la quale si apre un contradditorio o un qualsivoglia procedimento ammninistrativo nei confronti del contribuente.

I contribuenti che nell’anno 2009 hanno sostenuto spese che superano i redditi dichiarati, ed hanno ricevuto una lettera da parte dell’Agenzia delle Entrate, si trovano nella situazione se dover replicare o meno, in pratica sono nel dubbio su come comportarsi.



Innanzitutto evidenziamo che si tratta non di una lettera con la quale si apre un contradditorio o un qualsivoglia procedimento ammninistrativo nei confronti del contribuente. Si tratta invece di una semplice segnalazione che è stata riscontrata un’anomalia fra i redditi dichiarati e le spese sostenute, che solo in futuro potrebbero essere la base per un accertamento sintetico nei confronti del contribuente, che potrà avere luogo solo nel corso del 2012.

Sul da farsi, occorre innanzitutto osservare che tipo di anomalia è stata segnalata. Infatti, ad esempio, in caso di contribuenti i cui redditi sono esenti o tassati in origine, è possibile rispondere via mail all’indirizzo indicato nella stessa lettera ([email protected]), con la quale informare l’agenzia dei motivi secondi i quali le spese segnalategli sono da ritenersi giustificate. Lo scopo è quello di fermare sul nascere un possibile procedimento amministrativo.

Invece se la situazione risulta più complessa da poter argomentare, la replica via mail può non essere sufficiente. Nè si può andare presso gli uffici delle Agenzia delle Entrate, in quanto nella lettera inviata al contribuente non nè è indicato alcuno, nè è riportato alcun nome di funzionario a cui rivolgersi.

In questo caso è necessario ribadire che tale comunicazione non ha un valore accertativo, ma indica solo la natura del bene (acquisto ad esempio di un autovettura), ma non ne è segnalato l’ammontare, con la conseguenza che per il contribuente diventa difficile accertare il reddito eccedente, soprattutto senza alcuna collaborazione da parte degli uffici, che potrebbero anche non rispondere. Quindi appare difficile fornire le informazioni richieste, in mancanza di un vero e proprio contradditorio.

Commenti (1)

  1. Che scemata… inviano una lettera alla quale non si può rispondere se la risposta è un po’ più complicata… Ma quanto tempo e soldi si spendono in questo paese per nulla?

Rispondi