Aliquote IMU dicembre 2012 ridotte dal Comune di Genova

di Vito Verna Commenta

Per tutte queste categorie il Comune di Genova avrebbe infatti deciso, come poc'anzi anticipato in apertura, di ridurre l'aliquota dell'Imposta Municipale Unica ribassandola, in taluni specifici casi, addirittura di un punto percentuale.

Aliquote IMU dicembre 2012 ridotte dal Comune di Genova

Tra tante notizie certamente non positive per tutti i contribuenti (recentemente avremmo infatti avuto la sgradita opportunità di rammentare a tutti i fedeli lettori di Impresa e Lavoro che il Ministro dell’Economia e delle Finanze Vittorio Grilli avrebbe deciso di non concedere alcuna proroga relativamente al pagamento del saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012) è veramente piacevole comunicarvi che il Comune di Genova, rispettando le scadenze previste dal legislatore, avrebbe deciso non già di aumentare, bensì di abbassare notevolmente, le aliquote relative al saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012.

RAVVEDIMENTO OPEROSO RITARDATO VERSAMENTO IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

Una notizia, quella di oggi, che risulterà particolarmente gradita a tutti i contribuenti genovesi proprietari di immobili di impresa, di immobili strumentali, di botteghe artigiane, di immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti di primo grado e di tutti gli immobili e le abitazioni facenti parte della cosiddetta edilizia sociale.

ACCERTAMENTO MANCATA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE IMU

Per tutte queste categorie il Comune di Genova avrebbe infatti deciso, come poc’anzi anticipato in apertura, di ridurre l’aliquota dell’Imposta Municipale Unica ribassandola, in taluni specifici casi, addirittura di un punto percentuale.

RAVVEDIMENTO OPEROSO MANCATA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE IMU

In particolar modo, come recentemente dichiarato dai rappresentanti e dai responsabili del Comune di Genova, immobili di impresa, immobili strumentali, botteghe artigiane e immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti di primo grado si vedranno ridurre l’aliquota IMU, in relazione al solo saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012, di un punto percentuale (scendendo in molti casi sotto i 10 punti percentuali).

Immobili e abitazioni facenti parte della cosiddetta edilizia sociale, invece, ai vedranno ridurre l’aliquota IMU, in relazione al solo saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012, di mezzo punto percentuale.

Soddisfatto Andrea Dameri, responsabile provinciale Confesercenti, che commenta la notizia di oggi dichiarando: “Apprendiamo con soddisfazione la decisione della giunta. Un punto di riduzione dell’aliquota IMU sui beni strumentali delle microimprese era l’obiettivo minimo per dare un segnale che non fosse solo simbolico. L’IMU rappresenta infatti uno dei pochissimi strumenti, di fatto, che il Comune può utilizzare per lo sviluppo economico in questo momento. Ovviamente ci attendiamo che il Consiglio confermi quanto previsto per negozi e piccoli laboratori”.

Photo Credits | Getty Images

Rispondi