Nulle le cartelle di pagamento inviate per raccomandata

di Giuseppe Aymerich Commenta

Un paio di anni fa il concessionario della riscossione Equitalia si trovò fra le mani un pesantissimo problema..

corte-di-cassazione

Un paio di anni fa il concessionario della riscossione Equitalia si trovò fra le mani un pesantissimo problema, quando la Cassazione sancì che gli atti di riscossione nei quali non compariva il nome del responsabile del procedimento erano radicalmente nulli;

situazione debordante, tanto che il Governo dovette emanare in fretta e furia una leggina transitoria che azzerasse tale nullità per le cartelle già emesse.


Ora all’orizzonte si sta profilando una nuova bomba, innescata dalla commissione tributaria provinciale di Lecce. Mancano ancora due gradi di giudizio, però il principio sancito nella sentenza n. 909 può davvero aprire spazi enormi per i ricorsi dei contribuenti.

La vicenda accaduta, in verità, appare del tutto ordinaria. Un contribuente non aveva pagato una serie di imposte ed Equitalia gli aveva notificato l’iscrizione di un’ipoteca sui suoi immobili. Il punto centrale è che la notifica era avvenuta mediante il servizio postale, per raccomandata, esattamente come accade un po’ ovunque nella pratica.


Sennonché il contribuente ha fatto notare che l’articolo 26, primo comma, del DPR 602/1973 attribuisce la funzione di notificare gli atti soltanto ad alcuni soggetti abilitati (ufficiali della riscossione o soggetti da loro delegati e abilitati, messi comunali, agenti municipali) e non al servizio postale.

Il secondo periodo del comma prevede che in realtà i soggetti citati possano rivolgersi al servizio postale per le notifiche, ma non è previsto che il concessionario lo faccia direttamente saltando a piè pari le figure del primo periodo.

La conseguenza è che la CTP ha considerato nulla l’iscrizione dell’ipoteca per assenza di una notifica regolare. Se i successivi gradi di giudizio confermeranno il verdetto, saranno migliaia gli atti di riscossione a rischio in tutta Italia per vizio di notifica.

Rispondi