Farmacie, contributi INPS per i collaboratori familiari

di Giuseppe Aymerich Commenta

Tutti gli imprenditori individuali operanti nel commercio sono obbligati ad iscriversi alla gestione IVS dell’INPS e a versare i relativi contributi..

Tutti gli imprenditori individuali operanti nel commercio sono obbligati ad iscriversi alla gestione IVS dell’INPS e a versare i relativi contributi. Nel caso di imprese familiari, organizzate secondo l’articolo 230-bis del codice civile, il titolare è anche tenuto all’iscrizione e al pagamento dei contributi per i familiari che collaborano all’attività, salvo potersi far rimborsare da costoro tali importi.

Quella delle farmacie, però, è una situazione un po’ particolare. A chiarire le cose ci ha pensato, come spesso avviene, la Corte di Cassazione, intervenuta in materia con la sentenza n. 12342/2010.


Il farmacista è iscritto ad un ordine professionale, ma la sua attività non può essere considerata quella di un lavoratore autonomo, posto che il suo ruolo principale è di natura commerciale: egli, in estrema sintesi, acquista e rivende beni, organizzando un negozio spesso di grandi dimensioni e ricorrendo all’operato di numerosi collaboratori.

Posto che quella del farmacista, dunque, è a tutti gli effetti l’attività di un imprenditore commerciale, egli sarebbe tenuto ad iscriversi alla gestione IVS, se non fosse che esiste una legge specifica che istituisce una cassa previdenziale autonoma (l’ENPAF).


Se dunque per i farmacisti non si pongono problemi di interpretazione, dato che devono dunque iscriversi all’ENPAF e non all’INPS, il legislatore ha però completamente scordato di chiarire la sorte dei familiari che collaborano all’azienda.

La sentenza della Cassazione ha spazzato via i dubbi. Se la farmacia è un’impresa familiare, il farmacista è tenuto ad iscrivere i coadiutori alla gestione IVS, poiché nessuna norma prevede per loro né l’iscrizione all’ENPAF né tantomeno l’esenzione: non esiste, infatti, alcuna regola che stabilisca una soluzione differente rispetto all’applicazione delle norme generali in tema di contribuzione dei collaboratori delle imprese familiari.

Rispondi