Contributi figurativi per malattia e infortunio

di Stefania Russo Commenta

Tra i contributi figurativi che per essere accreditati necessitano della specifica domanda dei soggetti interessati figurano quelli relativi...

Tra i contributi figurativi che per essere accreditati necessitano della specifica domanda dei soggetti interessati figurano quelli relativi a periodi di astensione del lavoratore dalla prestazione lavorativa per malattia o infortunio.

In questo caso si tratta di contributi che risultano utili per conseguire il diritto alla pensione, ai fini della determinazione dell’ammontare della pensione e per il raggiungimento delle 78 giornate richieste per ottenere la disoccupazione con requisiti ridotti.

CONTRIBUTI FIGURATIVI DONATORI DI SANGUE E MIDOLLO OSSEO

In merito alle assenze dovute a malattia o infortunio risultano accreditabili i periodi di temporanea inabilità al lavoro dovuti a malattia indennizzata; malattia tempestivamente accertata; malattia professionale; malattia non indennizzata per essersi verificata in periodi non lavorati; malattia che non dà luogo ad indennizzo; infortunio sul lavoro. Dal punto di vista temporale, tuttavia, non sono accreditabili sotto forma di contributi figurativi i periodi in cui l’assenza dal lavoro per una delle cause sopra citate risulta essere inferiore a sette giorni.

CONTRIBUTI FIGURATIVI CASSA INTEGRAZIONE

Per poter richiedere e ottenere l’accredito di tali contributi è necessaria la presenza di almeno un contributo settimanale prima del periodo di malattia o infortunio. Al momento il periodo massimo di contributi accreditabili per infortunio o malattia è pari a 96 settimane.

Per poter ottenere l’accredito è necessario compilare e consegnare apposito modello di domanda alla sede Inps territorialmente competente, a cui dovrà essere allegata a seconda del caso specifico la certificazione di infortunio rilasciata dall’Inail, la cartella clinica o dichiarazione dell’ospedale attestante il periodo di ricovero oppure il certificato di malattia per i periodi non indennizzati.

Rispondi