Come richiedere il riscatto della laurea

di Stefania Russo Commenta

Una volta conseguita la laurea è possibile riscattare gli anni spesi per conseguire il titolo di studio, in altre parole è possibile versare all'Inps..

Una volta conseguita la laurea è possibile riscattare gli anni spesi per conseguire il titolo di studio, in altre parole è possibile versare all’Inps un importo prestabilito detto “onere da riscatto” a titolo di contributi utili ai fini pensionistici.

Condizione essenziale per riscattare il periodo dedicato allo studio è l’aver conseguito il relativo titolo, in particolare possono essere riscattati i diplomi universitari, i diplomi di specializzazione e i dottorati di ricerca successivi alla laurea.


E’ necessario, inoltre, che i periodi che si intende riscattare non siano coperti da contribuzione obbligatoria o figurativa o da riscatto richiesto a titolo di altri regimi previdenziali. Possono essere riscattati solo gli anni previsti per il conseguimento del titolo di studio e non anche quelli utilizzati in qualità di fuori corso, inoltre è possibile riscattare anche più corsi di laurea.

A partire dalle domande presentate dal primo gennaio 2008, il contributo può essere versato in unica soluzione oppure in 120 rate mensili senza l’applicazione di interessi per la rateizzazione.

La domanda deve essere presentata all’Inps tramite la compilazione di un apposito modulo rilasciato dallo stesso Istituto di previdenza e a cui bisogna anche allegare il certificato rilasciato dall’università, dal politecnico o dall’istituto superiore di istruzione e nel quale deve essere specificato il conseguimento del diploma di laurea, gli anni accademici durante i quali è stata frequentata la facoltà, gli anni fuori corso e la durata del corso legale di laurea.

Rispondi