Arriva un bonus per molti pensionati

di Giuseppe Aymerich Commenta

Non solo “quota 95”: il luglio 2009 presenterà per i pensionati italiani un altro evento importante..

vecchietta in pensione

Non solo “quota 95”: il luglio 2009 presenterà per i pensionati italiani un altro evento importante. Al contrario della precedente, però, si tratterà di una buona notizia: gran parte dei pensionati, infatti, potrà godere dell’erogazione di un bonus straordinario che si sommerà alla consueta mensilità pensionistica.


Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, titolare del dicastero responsabile della previdenza sociale, l’ha definita impropriamente come una sorta di quattordicesima. Intervenendo nell’aula di Montecitorio per rispondere ad un’interrogazione parlamentare, il ministro ha indicato in 3.426.383 i pensionati che beneficeranno del bonus.

L’ammontare medio dell’importo erogato si aggira intorno ai 380 euro, con un onere complessivo per la casse dello Stato che supera il miliardo e trecento milioni.


Scendendo nel dettaglio, la quattordicesima ammonterà a 336 euro per i dipendenti con un’anzianità contributiva inferiore ai quindici anni e gli autonomi sotto i diciotto anni; l’importo sale però a 420 euro laddove i requisiti indicati salgono rispettivamente a venticinque e ventotto anni; e a 540 euro nei casi con anzianità contributiva più elevata rispetto alle soglie citate.

Non tutti i pensionati godranno di questo bonus, ma solo alcune fasce di essi, particolarmente svantaggiate.

Altre tipologie, ha spiegato il ministro Sacconi, sono già titolari di integrazioni alla pensione mensile erogate sotto altre forme.
Questa soluzione della quattordicesima si aggiunge ad altre iniziative “una tantum” analoghe adottate negli anni passati per integrare il reddito delle fasce più deboli della popolazione: si ricordano, fra gli altri, il “bonus famiglia” e il “bonus straordinario”, erogati rispettivamente nel 2007 e nel 2008 dai governi dei vari colori politici.

Rispondi