Creare impresa a colloquio con un esperto

di Filadelfo Scamporrino 1

Creare l’impresa è relativamente facile, mentre il difficile è conquistarsi quote di mercato e nuovi clienti, possibilmente instaurando dei rapporti duraturi.

Un giovane in Italia di norma si mette in proprio creando una nuova impresa per vocazione; ma altrettanto spesso il giovane imprenditore in erba diventa tale anche in risposta alla crisi ed alla mancanza sul territorio di occasioni di lavoro subordinato con contratti a tempo indeterminato.

Creare l’impresa è relativamente facile, mentre il difficile è conquistarsi quote di mercato e nuovi clienti, possibilmente instaurando dei rapporti di fornitura di beni, servizi o prestazioni di lungo periodo. Per avere più probabilità di trasformare la nuova impresa in un business vincente, di norma è bene affidarsi a chi nel settore ha già esperienza, un imprenditore affermato che può dare consigli, e comunque in generale un esperto del comparto.



METTERSI IN PROPRIO CON UN CORSO DI FORMAZIONE

Al riguardo è interessante, a valere sul corrente mese di settembre del 2011, e sul prossimo, l’iniziativa messa in atto in Lombardia dalla Camera di Commercio di Milano attraverso la sua Azienda speciale Formaper. L’ente camerale, in questo momento di crisi, ha infatti annunciato il lancio di una campagna informativa a favore proprio di chi vuole mettersi in proprio.

DIFFERENZA TRA IMPRESA E AZIENDA

Nello specifico, c’è la possibilità di partecipare presso la sede di Formaper sia a dei seminari gratuiti, sia a dei colloqui con degli esperti in modo tale da poter ottenere informazioni, orientamento e consigli sui passi giusti da compiere per la creazione di una nuova impresa. I consigli e le informazioni acquisibili con i seminari ed i colloqui, tra l’altro, non riguardano solo aspetti quali quelli legati al business plan, ma anche quelli burocratici in modo tale da poter risparmiare tempo e denaro in fase di start up.

Commenti (1)

  1. sono un ragazzo di 34 anni ho tante idee ma non posso metterle in atto perche’ senza fondi vorrei fare tanto ma non si puo’ senza denaro

Rispondi