Come aprire una agenzia viaggi

di Francesco Di Cataldo 1

Rientrano nelle attività svolte da un’agenzia di viaggi anche l’organizzazione di gite ed escursioni, la prenotazione..

Oggi vediamo come aprire un’agenzia viaggi.

Sono considerate agenzie di viaggi e turismo, ai sensi dell’ art. 9 della legge 17 maggio 1983 n. 217, “le imprese che esercitano attività di produzione, organizzazione di viaggi e soggiorni, intermediazione nei predetti servizi o anche entrambe le attività, ivi compresi i compiti di assistenza e di accoglienza ai turisti, secondo quanto previsto dalla Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) di cui alla legge 27 dicembre 1977, n. 1084”.




Rientrano nelle attività svolte da un’agenzia di viaggi anche l’organizzazione di gite ed escursioni, la prenotazione di biglietti presso le aziende di trasporto internazionali e nazionali, l’aiuto per il rilascio di passaporti e di visti consolari, il ritiro e il deposito dei bagagli, il noleggio di autovetture e di altri mezzi di trasporto, ecc…

Le norme relative a tale professione variano di regione in regione
, ma ci sono alcune regole generali da tenere presenti quando si vuole aprire un’agenzia di viaggi; come la presenza necessaria di un direttore tecnico, cioè di qualcuno che possieda un’abilitazione rilasciata dalla regione dopo aver lavorato per due anni nel settore, oppure la conoscenza di almeno due lingue straniere.

Come sempre per cominciare un’attività occorre aprire una partita Iva e iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio; nel caso di un’agenzia di viaggi bisogna anche richiedere l’autorizzazione regionale e versare una cauzione.

Occorre, inoltre, poi trovare un locale adatto e presentare una lista di dieci possibili nomi che si vorrebbero dare alla propria attività, di cui poi verrà assegnato quello disponibile in quel determinato periodo.

Oggi aprire un’agenzia di viaggi è diventato molto più semplice, grazie alla possibilità data dal franchising; questa pratica di affiliazione commerciale permette, infatti, di dare inizio a una propria attività sotto il nome di un’impresa già nota.

Basta andare su un sito di alcune note agenzie per avere tutte le informazioni necessarie su come aprire la propria impresa in franchising come: www.solomondo.com, www.pinguinoviaggi.net, www.daproviaggi.it .

Il contributo da dare a queste agenzie per l’apertura di una filiale va dai 20 ai 40 mila euro ed esse provvedono a fornire tutto il necessario per il proprio locale, a volte addirittura vengono offerti corsi di formazione; c’è da dire però che, dopo l’apertura dell’attività, ogni anno bisogna raggiungere una certa somma di guadagni.

Ad ogni modo rimando al sito ufficiale della Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo, ovvero www.fiavet.it per tutte le informazioni necessarie.

Commenti (1)

  1. Ciao a tutti, cercando in rete opportunità di telelavoro ho trovato questa che vi segnalo: http://lavoroviaggi.com .

    Il sito in cui è presente è questo: http://lavoroagenziaviaggi.com/

    Qualcuno conosce già quest’azienda? Secondo me può essere una buona opportunità per chi vuole intraprendere un’attività in autonomia.

Rispondi