Aprire una lavanderia in franchising

di Stefania Russo Commenta

Tra le attività commerciali capaci di resistere alla crisi figurano le lavanderie, se non altro perchè anche in momenti di ristrettezze economiche...

Tra le attività commerciali capaci di resistere alla crisi figurano le lavanderie, se non altro perché anche in momenti di ristrettezze economiche bisogna lavare capi delicati che necessitano di particolari attenzioni o coperte di grandi dimensioni che non entrano nelle comuni lavatrici domestiche.

Anche nel caso delle lavanderie vale la pena prendere in considerazione l’alternativa del franchising, in modo tale da essere costantemente seguiti da persone esperte sia nella fase di apertura che in quella di gestione del negozio.

APRIRE UN FRANCHISING LUSH

IL PULCINO LAVASECCO

Tra le lavanderie in franchising figura Il Pulcino Lavasecco, una catena di lavanderie che vanta circa 25 punti vendita in Italia e all’estero. Per aprire una lavanderia sotto questa insegna è richiesto un investimento iniziale pari a poco meno di 60.000 euro, Iva esclusa. Non sono previste royalties e non è richiesta una fee d’ingresso ma sono richiesti circa 200 euro al mese per l’acquisto di merce e servizi.

Nell’investimento iniziale sono compresi gli arredi, i costi per l’illuminazione, i costi per l’insegna e i costi per hardware e software. Non è richiesta precedente esperienza ma si deve disporre di un locale preferibilmente situato in strade periferiche di forte transito e con possibilità di fermata auto.

Per maggiori info consultare il sito www.ilpulcinolavasecco.it/franchising

COME APRIRE UNA SARTORIA IN FRANCHISING

CLEANLIFE

Cleanlife è invece una catena di discount attiva nel settore delle lavanderie che ad oggi conta circa 50 punti vendita in Italia e all’estero. In questo caso è richiesto un investimento iniziale che si aggira intorno agli 80.000 euro a cui bisogna aggiungere una fee d’ingresso pari a 5.000 euro e royalties pari al 3% del fatturato. Nell’investimento iniziale sono compresi i costi per gli arredi, per l’illuminazione, per l’insegna e per hardware e software.

Non sono richiesti canoni per la pubblicità e non è richiesta precedente esperienza nel settore, tuttavia si deve disporre di un locale di dimensioni non inferiori a 50 mq.

Per maggiori info consultare il sito wwww.cleanlife.it

Rispondi