Aprire un franchising Brums o Bimbus

di Stefania Russo Commenta

Tra i marchi in franchising relativi al settore dell'abbigliamento per bambini figurano Brums e Bimbus...

Tra i marchi in franchising attivi nel settore dell’abbigliamento per bambini figurano Brums e Bimbus, che vantano numerosi punti vendita sia in Italia che all’estero.

Per poter aprire un negozio Bimbus o Brums e sfruttare la notorietà di uno di questi due marchi è richiesto in entrambi i casi un locale di dimensioni comprese tra 90 e 150 mq, situato in centri commerciali o in vie cittadine ad elevato passaggio pedonale e/o automobilistico. Per Bimbus è inoltre richiesto un bacino d’utenza di almeno 20.000 abitanti, mentre per Brums di almeno 30.000 abitanti.

COME APRIRE UN FRANCHISING KEYS

In entrambi i casi è necessario un investimento iniziale che si aggira intorno ai 70.000 euro, non sono previste royalties e non è prevista una fee d’ingresso. Il costo di acquisto della merce varia in base alle dimensioni del locale e alle potenzialità di vendita del negozio. Non è prevista la formula commerciale del conto vendita, tuttavia per le prime stagioni di vendita è prevista un’agevolazione delle condizioni di reso.

APRIRE UN FRANCHISING CHICCO

Tra gli altri costi che l’affiliato deve sostenere figura una percentuale sul fatturato per la pubblicità, i costi per l’illuminazione, i costi per eventuali opere murarie, i costi per l’insegna (tra 200 e 600 euro) e i costi per il sistema informatico di cui è dotato ciascun negozio (5.000 euro più 1.000 euro per l’attivazione).

Non è richiesta una precedente esperienza nel settore anche se è comunque gradita, inoltre viene offerta all’affiliato formazione e consulenza gratuita.

Per maggiori informazioni sull’apertura di un negozio Brums o Bimbus è possibile consultare l’apposita sezione dei siti internet www.brums.com e www.bimbus.it, dove è anche presente il form per inviare la propria candidatura per l’apertura di un punto vendita.

Rispondi