Usufrutto: diritti e obblighi delle parti

di Giuseppe Aymerich Commenta

L’usufrutto è un diritto di antichissima origine..

L’usufrutto è un diritto di antichissima origine. Nel corso dei millenni, quindi, il legislatore ha avuto modo di individuare ed elaborare i possibili problemi e casistiche nei rapporti fra nudo proprietario e usufruttuario, definendo diritti e responsabilità di entrambi.

Non a caso, perciò, il codice civile dedica oltre quaranta articoli all’usufrutto, cercando di prevedere tutte le possibili situazioni.


Il quadro che si presenta è il seguente. Il nudo proprietario ha l’obbligo di consegnare il bene all’usufruttuario ed acconsentire a che egli possa usufruirne come preferisce, nei limiti fissati dalla legge ed eventualmente dal contratto o dal testamento da cui il diritto può essere sorto; alla cessazione del diritto, ovviamente, l’usufruttuario è tenuto a restituire il bene.

In merito alla libera fruizione, va precisato che non solo l’usufruttuario può affittare o prestare il bene o magari concederlo in sub-usufrutto, ma anche rivendere il suo diritto a chi lo volesse acquistare.
Nel corso degli anni, ricavi e oneri nascenti dal bene usufruito ricadono sull’usufruttuario. Per quanto riguarda la manutenzione, tuttavia, il sostenimento delle opere straordinarie ricade sul nudo proprietario.

L’usufrutto è gratuito: al nudo proprietario, dunque, non spetta alcun corrispettivo, che assomiglierebbe per molti versi ad un canone di locazione; su questo punto non è ammesso stabilire patti contrari.


Nel momento in cui l’usufrutto cessa, l’usufruttuario è tenuto a portare via tutte le “addizioni” che ha apportato sul bene, purché sia tecnicamente possibile. Potrà e dovrà, quindi, portare via l’arredamento da lui acquistato in un appartamento usufruito, mentre ovviamente non potrà portare via gli alberi da frutta piantati su un terreno.
L’usufruttuario, infine, avrà diritto ad un indennizzo da parte del nudo proprietario per tutti i miglioramenti apportati sul bene nonché sul valore delle addizioni inseparabili.

Rispondi