Requisito soggettivo iscrizione INAIL

di Giuseppe Aymerich Commenta

Come si è detto, solo i dipendenti che rispettano alcuni requisiti sono da iscriversi all’INAIL, anche se, di fatto, l’iscrizione..

logo inailCome si è detto, solo i dipendenti che rispettano alcuni requisiti sono da iscriversi all’INAIL, anche se, di fatto, l’iscrizione INAIL finisce per riguardare pressoché ogni subordinato. Può comunque essere utile elencare le condizioni in questione.

L’assicurazione all’INAIL è obbligatoria in presenza di un requisito soggettivo oppure di uno oggettivo (non occorre la compresenza di entrambi).


Il requisito soggettivo è lo svolgimento di un’attività lavorativa subordinata retribuita di tipo manuale: chiunque si trovi in queste condizioni va sempre assicurato. Sono dunque esclusi coloro che eseguono prestazioni gratuite (magari parenti o amici che danno una mano occasionalmente), nonché coloro che non sono dipendenti: l’imprenditore medesimo, oppure i soci di una società, o i liberi professionisti.

Per alcuni imprenditori, però, la legge prevede ugualmente l’obbligo di assicurazione: si tratta degli agricoltori e degli artigiani, le cui attività sono più pericolose di altre. L’imprenditore si trova così, eccezionalmente, a rivestire contemporaneamente il ruolo di assicurante e di assicurato. In questi casi, inoltre, l’obbligo si estende anche ai familiari che prestino la propria opera nelle rispettive aziende e agli apprendisti.

Per quanto riguarda i lavoratori con contratto a progetto (che formalmente non sono dipendenti), una legge speciale obbliga comunque alla loro assicurazione quando nello svolgimento delle loro mansioni utilizzano non occasionalmente veicoli a motore da loro guidati.


In merito al discorso del “lavoro manuale”, già da molto tempo esso viene indicato come un falso problema: poiché un’attività manuale, anche minima, viene svolta da chiunque, l’assicurazione finisce per riguardare indistintamente impiegati e operai. Per espressa previsione di legge, poi, nel 2000 l’assicurazione è stata estesa anche ai livelli più alti della gerarchia aziendale: dirigenti e quadri.

Rispondi