Recesso del socio di SNC e liquidazione della quota

di Giuseppe Aymerich 15

La società è un contratto (art. 2247 del codice civile) e nei contratti, in generale, non è previsto il diritto di recesso..

La società è un contratto (art. 2247 del codice civile) e nei contratti, in generale, non è previsto il diritto di recesso: non è cioè consentito a nessun contraente di ritirarsi unilateralmente dall’affare.
Nessun socio di una Snc, dunque, può in linea di principio lasciare la società al suo destino e ritirarsi da un giorno all’altro.

Questo, però, a meno che non sia lo stesso atto costitutivo a non prevedere diversamente e a lasciare, dunque, che il singolo socio possa recedere in presenza di determinate situazioni o magari anche senza motivo (recesso convenzionale).


La legge, però, prevede espressamente almeno due ipotesi di recesso, che l’atto costitutivo non può in alcun modo comprimere (recesso legale). Il socio può infatti recedere quando intervenga una giusta causa (per esempio un dissidio insanabile con gli altri soci) oppure quando la durata della società sia indeterminata o commisurata alla vita di uno dei soci.

Perché il recesso legale sia operativo è sufficiente che il recedente lo comunichi agli altri soci; per il recesso convenzionale, invece, occorre anche il trascorrere di tre mesi da tale comunicazione.

Le ipotesi di morte del socio, di sua esclusione o di suo recesso sono molto differenti ma comportano in tutti i casi che il rapporto sociale si sciolga limitatamente alla sua figura (rimanendo in piedi per gli altri).


Il socio recedente o escluso oppure gli eredi del socio defunto che non siano subentrati nella Snc hanno diritto alla liquidazione della quota: occorre cioè che gli amministratori redigano una situazione patrimoniale societaria aggiornata alla data dell’evento e calcolino la quota di spettanza del socio, al fine di rimborsargliela in denaro. Tale liquidazione deve avvenire entro il tempo massimo di sei mesi.

Commenti (15)

  1. Buon giorno. In una snc ( i soci sono marito, moglie e un figlio) per la cessione di quote al secondo figlio,quale deve essere il valore di ognuna da riportare in atto ? Un commercialista mi dice che deve essere stimata la società’ e poi di conseguenza calcolato, un altro mi dice che deve essere solo in percentuale del capitale sociale. Grazie

  2. in una societa sas con tre soci e due negozi di parrucchiere al ritiro di una dei soci che esce ma vuole rilevare uno dei negozi e giusto che lo rileva a zero costi.a me sembra che i negozi appartengono alla societa con tutto quello che vi e dentro e poi il socio una volta uscito si valuta il valore del negozio.mi puo dare una spiegazione

  3. Ho ceduto delle quote di una società da me fondata 12 anni fa ad un 3° socio, che all’entrata ha iniziato subito a confabulare con l’altro socio, i rapporti tra me ed il vecchi socio sono cambiati…visto che la cessione di quote del mio 25% è stata fatta circa un mese e mezzo fa, con promessa di pagamento dilazionata in 3 anni, posso recedere il contratto di cessazione, visto che non è stata intascata una lira e visto che si tratta di un mese e mezzo dalla stipula, e a cosa andrei in contro?…grazie per tempestiva risposta. Mauro.

  4. Intendo recedere da una SNC per dissidi con altri soci. La societa’ è in attivo e non pretendo nessuna liquidazione. Come comunicare agli altri soci la mia intenzione.

  5. buongiorno! E’ lecito per una snc prendere a mutuo la somma da utilizzare per liquidare la quota del socio uscente e GARANTIRE detto mutuo in via ipotecaria o intravedete ipotesi di rilevanza ex 2358 cc (ritenuto applicabile anche alle società di eprsone) che vieta alle società di “fornire garanzie” ma per l’ipotesi di “acquisto o sottoscrizione di azioni proprie”?

  6. Dal momento in cui si recede la quota societaria da parte di un socio i restanti soci devono provvedere entro sei (6) mesi alla quantificazione e liquidazione del valore della quota in base a capitale stimato. Ma se entro i sei mesi previsti dalla legge il capitale viene alleggerito dal socio accomandatario per eventuali vere o finte vendite il socio uscente rischia di vedere diminuita o addirittura azzerata la liquidazione. Possibile che non esistano sistemi di tutela del socio uscente ?

  7. Se uno dei soci decide di andarsene in un momento di crisi della società come si fa a calcolare la sua la sua quota?

  8. Ho una snc con un secondo socio. Voglio recedere per dissidi, come devo fare se lui non vuole anche se mi sobbarcherei la mia parte di debiti, e come fare per stabilire quanto vale per scalarla da questi debiti se esco io?

  9. Sono un socio di una s.n.c. con due fratelli,dal momento in cui sono subentrati i figli dei due come dipendenti i rapporti tra fratelli si e’ andato a deteriorare e dopo un po’ di tempo ho preso la decisione di uscire dalla societa’.Vorrei capire o sapere cosa fare. Grazie.

  10. Sono socio di una snc capofila di un gruppo di societa’srl.per raggiunti limiti di eta’e salute precaria ed incomprensioni con gli altri soci,desidero recedere da codesta societa’in armonia e patteggiando il valore e la liquidazione della quota salvaguardando i miei interessi.come fare?

  11. salve io ero socio di una società snc sono stato vittima di una truffa cie ho dovuto cedere la mia quota pa al 20% perchè non potevo più fare fronte ai soldi che mi venivano chiesti e ho ceduto la mia quota , mi avevano assicurato la mia assunzione in azienda non solo non mi hanno pagato la mia quota ma mi hanno fatto dichiarare che mi avevano pagato per contanti , comunque mi sono poi succesivamente ritrovato senza lavoro perche mi anno posto in cassa integrazione morale del fatto mi sono ritrovato senza soldi e senza lavoro per favore aiutatemi .

  12. Salve, avrei una domanda da porvi.
    Sono socio al 50% di una snc che ha in affittó un ramo d’azienda (noleggio sci). Il contratto del snc dura fino alla fine del 2018. Ma per controversie con il mio socio, vorrei proporrli il suo recesso (pagandoli ovviamente la quota d’ammortamento residua).
    Il locale in cui si trova il noleggio é di proprietá di un mio familiare, che puó annualmente, tramite lettera raccomandata disdirci il locale e quindi la societá non avrebbe piú un locale in cui svolgere l’attivitá.
    Il mio socio peró vorebbe un ulteriore indenizzo per possibili incasssi futuri…mi sembra peró assurdo?!

  13. Buongiorno, il suo socio può chiederle un valore superiore al capitale nelle misura in cui l’azienda è cresciuta di valore. Ma non può chiedere un’anticipazione delle eventuali attività di un futuro che non ci sarà. I possibili incassi futuri non sono materia della giurisprudenza. Qualora invece che incassi in futuro ci fossero perdite, il suo socio sarebbe ugualmente disposto a dividere l’onere?
    Buona giornata

  14. Salve, vorrei sapere come recedere da una società s.n.c., visto la non compatibilità con altri soci e punti di vista diversi.
    Dove accollarmi altri debiti prima d’uscirne ?
    E come faccio x calcolare la mia liquidazione in caso di cessazione della mia quota che é del 24% ?

  15. Mia moglie ha una società snc con una sua ex amica. Dopo vari litigi mia moglie decide di non andare più a lavorare nell’attività. Ovviamente lei non ha preso gli utili.Ora lei vuole uscire dalla società. Si può quantizzare la sua quota societaria? Chi lo deve fare? Nel frattempo l’altra socia ha messo una persona a lavorare al posto di mia moglie. Non so più cosa possiamo fare.

Rispondi