Lo Statuto del Contribuente: il Garante

di Giuseppe Aymerich Commenta

Una delle innovazioni più rilevanti introdotte dalla legge 212/2000 è costituita dalla nascita della figura del Garante del Contribuente..

garante del contribuente

Una delle innovazioni più rilevanti introdotte dalla legge 212/2000 è costituita dalla nascita della figura del Garante del Contribuente. Si tratta di un’autorità indipendente la cui finalità, come si può capire dal nome, è quella di tutelare i diritti del cittadino e dell’impresa rispetto agli eventuali abusi compiuti dagli uffici dell’Amministrazione Finanziaria.


Al contrario delle altre autorità garanti presenti nel nostro ordinamento, il Garante del Contribuente non è un’unica figura operante a livello nazionale, bensì esistono tante authorities quante solo le Direzioni Regionali dell’Agenzia delle Entrate (ventuno, considerando che Trento e Bolzano sono separate), presso i cui uffici l’istituzione ha la sua sede.

In verità, in ogni Regione il Garante del Contribuente non è costituito da una persona fisica, bensì da un collegio di tre esperti di diritto tributario. Nonostante la localizzazione dei propri uffici, l’Authority è pienamente indipendente e gode di totale autonomia di azione.


Quali sono i suoi compiti? Fondamentalmente, ha la funzione di richiamare ogni ufficio dell’Amministrazione Finanziaria al corretto adempimento dei propri doveri. Per fare questo, ha il diritto di accedere in ogni momento presso qualsiasi sede delle agenzie fiscali, nonché di consultare qualunque genere di documento e di banca-dati. Inoltre, può richiedere chiarimenti e informazioni agli uffici sottoposti alle sue verifiche senza limitazione alcuna.

Ha anche il potere/dovere di esprimere raccomandazioni e consigli ai vari direttori responsabili affinché migliorino i rispetti servizi offerti oppure la loro organizzazione interna.

Le indagini del Garante possono attivarsi su segnalazione del singolo contribuente, che può rendere noti determinati disservizi di cui si ritiene vittima, oppure in totale autonomia. Dei risultati delle proprie verifiche, il Garante presenta una dettagliata relazione semestrale al Ministero delle Finanze e ai direttori generali delle agenzie fiscali regionali e locali ricadenti nel territorio di sua competenza.

Rispondi