INAIL: provvedimento di rivalutazione con effetto retroattivo

di Giuseppe Aymerich Commenta

Con la circolare n. 9 diffusa il 25 febbraio, l’Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro ha rivalutato..

inail logoCon la circolare n. 9 diffusa il 25 febbraio, l’Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro ha rivalutato e adeguato le somme previste per gli indennizzi a favore dei lavoratori che subiscono un incidente sul luogo di lavoro.

La buona notizia per i lavoratori è che queste rivalutazioni hanno effetto retroattivo: a quasi tutte è attribuita validità a partire dal primo gennaio 2008, salvo che per quelle riservate ai medici che subiscono un infortunio a causa dei raggi X operando in un laboratorio di radiologia, le quali hanno effetto a partire solo dal primo luglio dello scorso anno.


Ovviamente, quindi, coloro che hanno subito danni nei mesi passati potranno contare su una riliquidazione maggiorata dell’indennizzo spettante.

Dando un’occhiata a qualche cifra, scopriamo che la retribuzione di riferimento su base annua su cui calcolare gli indennizzi (in proporzione alla gravità dell’infortunio e ai giorni di assenza del lavoro) oscilla fra € 13.899,90 e € 25.814,10 a seconda della tipologia di contratto e del settore economico.

Rivisto anche l’ammontare dell’indennizzo da attribuire agli eredi in forma una tantum in caso di morte del lavoratore: € 1.833,81 per la generalità degli occupati, ma regole particolari sono fissate per i già citati radiologi.


Per gli eredi di costoro, infatti, è prevista l’attribuzione di un terzo della retribuzione di riferimento in caso che i superstiti siano il coniuge e uno o più figli privi di fonti di sostentamento, un quarto in presenza del solo coniuge o dei soli figli e un sesto negli altri casi.

Con il provvedimento di rivalutazione, tale retribuzione annua di riferimento per i radiologi su cui determinare l’indennizzo è ora pari a € 53.044,25.

Rispondi