Piscina nell’agriturismo? Si può

di Giuseppe Aymerich Commenta

on la risoluzione n. 65/2009, la Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate ha risposto positivamente all’interpello di un contribuente..

agriturismo

Con la risoluzione n. 65/2009, la Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate ha risposto positivamente all’interpello di un contribuente che chiedeva lumi sul riconoscimento fiscale delle spese di costruzione di una piscina sull’agriturismo di sua proprietà.

Il contribuente, titolare di un’azienda agrituristica situata in Umbria, domandava all’Agenzia se poteva considerare inerente alla sua attività una piscina da costruirsi nei pressi immediati dell’edificio e destinata a fornire un servizio aggiuntivo ai futuri visitatori.


L’Agenzia ha risposto positivamente al quesito del contribuente e, anzi, ritenendo rilevante la questione, ha anche diffuso un comunicato-stampa per informare la platea dei tanti altri titolari di agriturismo in Italia, a loro volta potenzialmente interessati alla materia.

Riconosciuta l’inerenza della piscina, le conseguenze sono evidenti: l’IVA su tutte le spese sostenute per la costruzione e la successiva manutenzione è detraibile al 100%, mentre i costi sono interamente deducibili ai fini IRPEF/IRES e IRAP.


Un’importante distinzione viene fatta sul terreno su cui sorgerà la piscina: se di proprietà dell’agriturismo, la piscina sarà a tutti gli effetti un bene dell’impresa e dunque da ammortizzarsi fiscalmente con l’aliquota annua del 3%, mentre se il terreno appartiene a terzi queste spese saranno da considerarsi all’interno della categoria residuale delle “altre immobilizzazioni immateriali”, con aliquota d’ammortamento annuo ben più elevata (20%).

L’Agenzia delle Entrate richiama, comunque, come requisito indispensabile il rispetto di tutte le norme da rispettare per la costruzione della piscina, non solo a livello nazionale ma anche dalle leggi regionali sul turismo e sui servizi di albergazione: dai requisiti tecnici (come la profondità massima) alle norme sul permesso edilizio.

Rispondi