Detrazione iva prestazioni alberghiere

di Giuseppe 1

La totale abolizione del comma indicato si sposa con la linea adottata negli ultimi anni dai governi di ogni colore, e cioè verso la progressiva..

Ministro Tremonti

Novità fiscali di grande peso in vista per imprenditori e lavoratori autonomi: fra gli emendamenti che la Commissione Bilancio della Camera intende apportare al DL 112/2008 (collegato alla Legge Finanziaria), c’è anche una rilevante modifica in tema di IVA sulle spese di vitto e alloggio. Si va infatti verso l’abrogazione della norma (art. 19-bis-1, c. 1, lett. e) che vieta in forma assoluta la detraibilità dell’imposta sulle prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande.

Fino ad oggi, la detrazione era prevista solo per coloro che operano nel settore e per le spese sostenute ai fini della partecipazione a congressi, seminari e simili.



La totale abolizione del comma indicato si sposa con la linea adottata negli ultimi anni dai governi di ogni colore, e cioè verso la progressiva eliminazione di ogni limite alla detraibilità dell’IVA. La norma, se approvata, entrerà in vigore già a partire dal prossimo primo settembre.

Ma c’è il rovescio della medaglia: maglie più strette sono infatti previste per la deducibilità ai fini IRPEF delle stesse voci di costo: si pensa infatti di cumulare alle limitazioni già oggi previste dal Testo Unico anche una franchigia del 25% di totale indeducibilità. Quest’innovazione, peraltro, entrerebbe in vigore solo in un momento successivo, e cioè a partire dal periodo di imposta 2009.

Difficile dire se l’effetto cumulativo delle due novità volute dal legislatore finirà per rivelarsi positivo o negativo per le tasche dei contribuenti. Di sicuro, non è l’unica modifica che la commissione intende apportare al decreto legge voluto dal ministro Tremonti, e ci sarà da aspettarsi altri emendamenti da tenere d’occhio.

Fermo restando, in tutti i casi, che l’ultima parola spetterà all’Aula di Montecitorio.

Giuseppe

Commenti (1)

  1. che modulo serve per aprire la partita iva? E dove andare?

Rispondi