Cessione delle quote SRL

di Giuseppe Aymerich Commenta

Il D.L. 112/2008 prevedeva, fra le altre cose, una norma di (presunto) carattere semplificatore..

Il D.L. 112/2008 prevedeva, fra le altre cose, una norma di (presunto) carattere semplificatore.

Si stabilì, infatti, che per la cessione di quote in una società a responsabilità limitata non era più necessario recarsi dal notaio, fino ad allora esclusivo incaricato per l’autenticazione delle firme di cedente e cessionario.


In alternativa, fu stabilito infatti che era possibile recarsi da un iscritto all’ordine dei dottori commercialisti, cui fu consentito di redigere l’atto di cessione con modalità telematiche e di inviarlo alla Camera di Commercio competente senza passare attraverso l’autentica notarile.

Questo, perlomeno, nelle intenzioni dichiarate del ministro Tremonti; in realtà, la norma di legge fu scritta in maniera decisamente infelice, creando di fatto molti dubbi interpretativi. Il punto è che l’articolo 2470 del codice civile, che regola la materia, parla di autentica notarile per la cessione delle quote, e la nuova legge non pone alcuna esplicita deroga a tale articolo.

Che la deroga sia implicita è stato ritenuto pacifico dai commercialisti italiani ma non dai notai, i quali fin da subito scatenarono una guerra mediatica contro i “cugini” commercialisti. I motivi di tale battaglia non vanno ricercati soltanto nella condivisione di una fetta di mercato prima gestita in monopolio, ma anche il timore che anche altre competenze notarili in futuro passino all’attenzione di altri professionisti (e gli avvocati, in particolare, stanno scalpitando per allargare le proprie competenze).


Due tribunali sono stati chiamati ad esprimersi sulla questione: Vicenza e Grosseto; e in entrambi i casi, il giudice ha dato ragione alle tesi del Notariato. Tali sentenze rischiano di creare un terremoto: sono già decine di migliaia le cessioni curate dai commercialisti senza autentiche notarili (il 25% del totale). A questo punto, un chiarimento definitivo del Parlamento appare indispensabile.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Rispondi