Canone RAI speciale chiesto alle PMI

di Vito Verna Commenta

Peccato, però, che codeste lettere sarebbero arrivate anche a quanti, entro fine gennaio 2012, avrebbero provveduto al pagamento sia del canone che del canone speciale RAI.

Canone RAI speciale chiesto alle PMI

La RAI, ovverosia la radiotelevisione pubblica italiana, ci riprova e, dopo aver tentato, a fine gennaio, di ottenere il pagamento del canone speciale da parte di tutti i contribuenti italiani, vorrebbe ora che, per lo meno le piccole e medie imprese italiane, corrispondessero effettivamente, nelle proprie casse, il fastidioso tributo.

CANONE RAI 2012 ORDINARIO E SPECIALE

Il canone speciale RAI, come forse ricorderete e come potreste comodamente appurare semplicemente recandovi all’indirizzo internet http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/IlCanoneSpeciali.aspx, sarebbe dovuto, stando a quanto stabilito dal regio decreto legge 21/02/1938 n.246 e dal decreto legislativo luogotenenziale 21/12/1944 n.458, da tutti coloro i quali deterrebbero uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell’ambito familiare, o che li impiegherebbero a scopo di lucro diretto o indiretto.

PAGAMENTO CANONE RAI ONLINE

A gennaio, proprio in virtù di questa anacronistica definizione (“apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive”), il canone speciale sarebbe stato richiesto non solamente a coloro i quali utilizzerebbero i succitati, non meglio specificati, apparecchi, per scopi di lucro piuttosto che in locali aperti al pubblico, bensì anche a chiunque godesse del possesso di un qualsiasi dispositivo portatile, dal computer portatile al tablet passando per lo smartphone, teoricamente adatto a ricevere le su indicate trasmissioni.

CANONE RAI TRATTENUTO SULLA PENSIONE

Nonostante tutto questo, fortunatamente per moltissime piccole e medie imprese italiane, non sia accaduto, la RAI, come anticipato in apertura, avrebbe appunto deciso di riprovarci e da alcuni giorni avrebbe ricominciato ad inviare, a tutte le imprese italiane, le lettere con quale chiederebbe il pagamento del canone speciale poiché necessario a sostenere gli ascolti che la RAI starebbe improvvisamente registrando sia a causa degli Europei che delle imminenti Olimpiadi.

Peccato, però, che codeste lettere sarebbero arrivate anche a quanti, entro fine gennaio 2012, avrebbero provveduto al pagamento sia del canone che del canone speciale RAI.

Rispondi