Samsung Galaxy S III diventa SAFE per il business

di Vito Verna Commenta

Quest'ultimo, stando a quanto dichiarato dagli sviluppatori, sarà progettato per soddisfare ogni sorta di esigenza professionale e lavorativa consentendo al cliente business di contare su uno strumento di supporto operativo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Samsung Galaxy S III diventa SAFE per il business

Samsung, grazie a questa decisione che giudichiamo oltre modo strategica, avrebbe deciso di basare tutta la propria strategia commercia sulla valorizzazione del brand Galaxy che, da sempre, rappresenterebbe il marchio indicativo degli smartphone e dei tablet di più alta fascia mai prodotti dall’azienda coreana.

KEEPOD PER GESTIRE L’AZIENDA IN MOBILITA’

Dopo aver annunciato il Samsung Galaxy S III, terza evoluzione dell’ormai celeberrimo Samsung Galaxy S, disponibile anche in Italia da fine maggio 2012 e già campione di incassi, la Samsung avrebbe annunciato la produzione, e la commercializzazione, per lo meno negli Stati Uniti d’America, a partire da luglio 2012, del Samsung Galaxy S III SAFE.

SCOVARE E DEBELLARE IL FLAME MALWARE DALLA RETE AZIENDALE

Quest’ultimo, stando a quanto dichiarato dagli sviluppatori, sarà progettato per soddisfare ogni sorta di esigenza professionale e lavorativa consentendo al cliente business di contare su uno strumento di supporto operativo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

PROTEGGERE LA RETE AZIENDALE DAL PHISHING E DAL TABNABBING

SAFE, infatti, sarebbe la sigla di Samsung Approved For Enterprise e, stando a quanto dichiarato dai vertici dell’azienda coreana, starebbe ad indicare tutte le migliorie che la Samsung avrebbe creato, appositamente per questo specifico terminale e, dunque, non ancora integrate nel sistema operativo di supporto, ovverosia il celebrato Android (che, comunque, avrebbe dimostrato di essere, per lo meno nel settore business, ancora anni luce arretrato rispetto al sistema operativo sviluppato da RIM per i propri BlackBerry), che potrà in questo modo godere dei più elevati ed efficienti livelli sicurezza mai ideati per uno smartphone.

Rispondi