Roma Capitale sceglie Aequa Roma Spa

di Vito Verna Commenta

Roma Capitale avrebbe infatti sin da oggi deciso che, a partire da martedì 1 gennaio 2013, a riscuotere i tributi locali non sarà più le celeberrima, temuta e famigerata Equitalia bensì la partecipata comunale Aequa Roma Spa.

Roma Capitale sceglie Aequa Roma Spa

La disobbedienza fiscale nelle scorse settimane propugnata sia dalla Lega Nord che dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani, che in questi mesi si sarebbero interrogati, ed avrebbero ripetutamente interrogato il Governo Monti, sull’utilità di un’imposta, tanto per fare un esempio, come l’Imposta Municipale Unica (la quale, nonostante dovrebbe costare molto di meno rispetto alla vecchia ICI, continuerebbe a non convincere né i cittadini né i sindaci italiani) avrebbe in queste ore trovato per lo meno un proselita di riguardo.

NOVITA’ RATEIZZAZIONE EQUITALIA

Roma Capitale, l’ente amministrativo autonomo responsabile della gestione finanziaria, economica, politica e pubblica della vasta ed importante area metropolitana romana, avrebbe infatti sin da oggi deciso che, a partire da martedì 1 gennaio 2013, a riscuotere i tributi locali non sarà più le celeberrima, temuta e famigerata Equitalia bensì la partecipata comunale Aequa Roma Spa.

AIUTI ALLE IMPRESE INDEBITATE CON EQUITALIA

Il provvedimento, stando a quanto dichiarato dal sindaco di Roma Capitale Gianni Alemmano, dovrebbe poi espandersi, grazie ad una serie di modifiche all’attuale legislazione locale la cui messa in discussione potrebbe cominciare già a partire dai prossimi mesi, all’intera regione trasformando così il Lazio, per lo meno per quanto riguarderebbe la riscossione dei tributi, delle tasse e della imposte locali, provinciali e regionali, nella prima regionale italiana completamente libera dall’egida di Equitalia.

NUOVE REGOLE PIGNORAMENTI EQUITALIA

Queste le prime impressioni di Gianni Alemmano sul provvedemento che, intervenuto nel corso di uno dei più recenti convegni della Confesercenti Roma, avrebbe dichiarato: “Noi dalla fine di quest’anno chiudiamo ogni rapporto con Equitalia. Aequa Roma opererà in stretto rapporto con le categorie produttive in modo da non creare una realtà cieca. Dobbiamo dire no a realtà cieche di ganasce fiscali che attaccano gli evasori ma allo stesso modo anche le persone che hanno problemi oggettivi a pagare

Rispondi