Risponditore automatico casella di posta elettronica

di Vito Verna Commenta

Il problema, come sempre, è quello di riuscire a capire la perfetta composizione del messaggio di testo di risposta così che, quest'ultimo, senza essere invadente ne eccessivamente criptico, riesca a dare al nostro interlocutore tutte le necessarie informazioni in merito alla nostra assenza.

Risponditore automatico casella di posta elettronica

Tutti noi ormai perfettamente conosciamo la funzione del risponditore automatico presente in tutte le nostre cartelle di posta elettronica.

KEEPOD PER GESTIRE L’AZIENDA IN MOBILITA’

Quest’ultimo, infatti ed in maniera molto semplice ed intuitiva, servirebbe ad inviare, in modo del tutto automatico e computerizzato, una risposta predefinita e prestabilita a chiunque, in determinato e prescelto periodo di tempo, ci abbia inviato un messaggio di posta elettronica.

SCOVARE E DEBELLARE IL FLAME MALWARE DALLA RETE AZIENDALE

Moltissimi di noi, ne siamo sicuri, utilizzeranno questa evoluta funzionalità della propria casella di posta elettronica quando, verosimilmente durante il mese di agosto, si recheranno in vacanza e, non essendo in ufficio, non avranno la possibilità di rispondere, personalmente, a tutti i messaggi di posta quotidianamente ricevuti.

PROTEGGERE LA RETE AZIENDALE DAL PHISHING E DAL TABNABBING

Il problema, come sempre, è quello di riuscire a capire la perfetta composizione del messaggio di testo di risposta così che, quest’ultimo, senza essere invadente ne eccessivamente criptico, riesca a dare al nostro interlocutore tutte le necessarie informazioni in merito alla nostra assenza.

Si intuisce immediatamente, dunque, come un tale messaggio debba obbligatoriamente essere il più possibile stringato, essenziale, conciso ed asciutto possibile giacché, a meno che non sia strettamente necessario, un tale messaggio potrebbe in realtà contenere solamente la data di partenza e la data di ritorno nonché, nel caso in cui lo si desideri, la promessa di contattare i nostri interlocutori al nostro rientro

Da evitarsi assolutamente, sia per un discorso di netiquette che di etichetta, qualsiasi riferimento, anche se indiretto o sottinteso, alla località prescelta per la nostra villeggiatura o, ancora peggio, alla piacevolezza delle nostre, tra le altre cose meritatissime, ferie.

Infine, consiglio a nostro avviso da seguirsi fedelmente, sarebbe bene ricordarsi di non indicare, in questo nostro messaggio automatico, alcuna casella di posta elettronica o alcun numero di telefono alternativi agli abituali così che quest’ultimi, neppure per un malfunzionamento o per un qualsiasi altro errore del nostro risponditore automatico, finiscano nelle mani degli spammer che, sicuramente, ad agosto aumenteranno la portata delle proprie truffe.

Rispondi