Riforma apprendistato approvata dal Cdm

di Stefania Russo Commenta

Il Consiglio dei ministri ha approvato la riforma dell'apprendistato in modo tale da favorire ulteriormente le capacità di apprendimento...

Il Consiglio dei ministri ha approvato la riforma dell’apprendistato in modo tale da favorire ulteriormente lo sviluppo delle capacità di apprendimento dei giovani a partire dai 16 anni di età.

La bozza del decreto, composta da soli sette articoli, è stata presentata ieri alle parti sociali dal ministro Maurizio Sacconi. La reazione di tutte le principali sigle sindacali è stata favorevole, in particolare la Uil si è detta soddisfatta in quanto ritiene che questa riforma consente di porre fine agli abusi che le aziende hanno fatto di stage e tirocini, mentre la Ugl ha spiegato che questa riforma rafforza l’apprendistato e quindi crea nuove opportunità di lavoro.


Parere favorevole è stato espresso anche dalla Cgil e della Cisl, anche se la prima ha sottolineato il problema delle regioni che, sulla base di una sentenza già pronunciata, pretendono maggiori poteri in materia di formazione, andando così ad impedire una completa attuazione della riforma. La Cisl ha invece chiesto che tale riforma includa anche un minor costo del contratto di apprendistato al fine di favorirne l’utilizzo da parte delle imprese.

La riforma, ricordiamo, definisce il contratto di apprendistato un contratto di lavoro a tempo indeterminato con tre possibilità. La prima forma di apprendistato prevista dalla riforma è riservata ad una fascia di giovanissimi, ovvero ai ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni, ed è finalizzata al completamento della formazione in relazione ad un’arte o ad un mestiere; la seconda è rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni e allo stesso modo è finalizzata al completamento di un iter formativo; la terza riguarda invece un livello più alto di formazione e consente di conseguire titoli universitari, di scuola secondaria superiore, di praticantato professionale o dottorati di ricerca.

Rispondi