Previsioni lavoro 2012 in Lombardia

di Filadelfo Scamporrino 1

Segnali incoraggianti per Milano a fronte di una ripresa che continuerà ad avere nelle esportazioni la primaria valvola di sfogo.

L’anno 2012 per l’Italia sarà un anno difficile dal punto di vista della crescita economica. Anche le stime dell’attuale Governo in carica, non a caso, rivelano come ci si debba attendere un prodotto interno lordo nazionale (Pil) 2012 in lieve calo per poi tornare, si spera, a risalire nel 2013.

Insomma, quello che ci aspetta sarà un anno di sacrifici e nello stesso tempo di transizione aspettando quella ripresa dell’economia di cui c’è tanto bisogno. All’interno di questo scenario a livello nazionale, anche in Lombardia gli indicatori sono attesi al ribasso, ma sono comunque migliori rispetto alla media nazionale.



CREARE OCCUPAZIONE CON LE IMPRESE FAMILIARI

A rilevarlo è stata la Camera di Commercio di Milano in base ad un’elaborazione da cui sono emersi anche segnali incoraggianti per Milano, ed una ripresa che continuerà ad avere nelle esportazioni la primaria valvola di sfogo. Anche le previsioni 2012 a livello lavorativo in Lombardia saranno migliori rispetto alla media nazionale; nel dettaglio, la previsione è quella di un tasso di disoccupazione al 5,6% rispetto ad una media nazionale dell’8,3%.

TROVARE LAVORO CON UN MASTER IN GREEN ECONOMY

Secondo il Presidente della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli, quello da poco iniziato per il sistema imprenditoriale sarà un anno di assestamento, nel corso del quale sarà però importante mettere le basi per nuove iniziative a sostegno della crescita e della competitività. E per questo, al fine di rilanciare il sistema dell’imprenditoria sul territorio, c’è bisogno di un impegno comune e condiviso a livello istituzionale.

Commenti (1)

  1. Buon giorno volevo soltanto dire che questa situazione pultroppo sta diventando davvero insostenibile domo 22 anni di attività in ascesa dal 2009 mi ritrovo adover licenziare e a ridimensionare quello che mi sono creato, con attese lunghissime per l’incasso dei lavori svolti già da tempo, io sarei tranqullo ad effetuare il pagamento delle nuove tasse purhè si arrivi a lavorare in maniera serena ma pultroppo se non cè da lavorare hò veramente paura di non riuscire noi ci occupiamo di finiture e isolamenti termici relativi agli stabili chiedo consigli Grazzie

Rispondi