Predisposizione codice disciplinare aziendale

di Stefania Russo Commenta

La possibilità concessa al datore di lavoro di irrogare delle sanzioni disciplinari nei confronti dei suoi dipendenti è subordinata...

La possibilità concessa al datore di lavoro di irrogare delle sanzioni disciplinari nei confronti dei dipendenti è subordinata alla predisposizione di un codice disciplinare e alla sua pubblicizzazione.

La pubblicizzazione deve avvenire mediane l’affissione in un luogo in cui sia ben visibile a tutti i lavoratori, mentre sul fronte della predisposizione occorre seguire alcune regole ben precise.

TIPOLOGIE DI SANZIONI DISCIPLINARI PER I LAVORATORI

A riguardo l’art.7 dello Statuto dei lavoratori dispone che nel determinare le infrazioni in seguito alle quali è possibile applicare una sanzione disciplinare, il codice deve applicare quanto è stabilito da accordi e contratti di lavoro.

E’ inoltre necessario che in ciascuna azienda ci sia un solo ed unico codice disciplinare, ne consegue che quando in una stessa azienda vengono applicati più contratti collettivi il datore di lavoro deve necessariamente predisporre un unico codice disciplinare che rispetti tutte le varie disposizioni dei contratti collettivi nazionali di riferimento.

OBBLIGO AFFISSIONE CODICE DISCIPLINARE

Il codice deve inoltre elencare in maniera chiara le varie ipotesi di infrazione e indicare per ciascuna di esse la sanzione, che deve essere determinata nel rispetto del principio di proporzionalità stabilito dall’art. 2106 del codice civile.

Non necessitano invece di essere incluse nel codice disciplinare le fattispecie che, in base a quanto stabilito dalla legge, integrano le ipotesi in forza delle quali è ammesso il licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo, in quanto in questo caso il licenziamento avviene in forza della violazione di obblighi fondamentali del rapporto lavorativo e che si traducano in una sostanziale violazione di legge.

Rispondi