Possibile riduzione pausa contratti a termine annunciata da Fornero

di Stefania Russo Commenta

Il ministro del Welfare, Elsa Fornero, nel corso di un colloquio con Il Sole 24 ore ha annunciato che presto sarà varato un decreto...

Il ministro del Welfare, Elsa Fornero, nel corso di un colloquio con Il Sole 24 Ore ha annunciato che presto sarà varato un decreto interministeriale mediante il quale verrà apportata una modifica alla disciplina dei contratti a tempo determinato, andando a ridurre il periodo di pausa che deve necessariamente intercorrere tra un rinnovo e l’altro.

Il ministro ha spiegato che attualmente si sta lavorando su tale decreto, che verrà scritto anche sulla base di quelle che saranno le proposte delle parti sociali e che dovrebbero arrivare a breve.


Al momento l’ipotesi è quella di ridurre a un mese al massimo il termine di sospensione fra un rinnovo e l’altro, in considerazione del fatto che la pausa compresa tra i 60 e i 90 giorni prevista dalla riforma del lavoro rischia di far rimanere senza occupazione i circa 40.000 lavoratori il cui contratto a termine scadrà a breve.

Il ministro Fornero ha parlato anche della riforma delle pensioni e dell’intenzione di non fare marcia indietro, sottolineando al contempo che si è provveduto a salvaguardare 120.000 esodati, nonché altri 10.000 lavoratori che risultavano esclusi dalla finestra mobile. Pertanto altri interventi saranno possibili solo per casi individuali.

I 10.000 lavoratori di cui parla il ministro Fornero sono quelli che, a fronte della norma contenuta nella manovra 2010 del governo Berlusconi e che ritarda la pensione tra un anno e 18 mesi, una volta finita la mobilità si sarebbero trovati a dover aspettare per la pensione senza ricevere alcuno stipendio. Circostanza che è stata evitata mediante un decreto che ha escluso per tali lavoratori l’applicazione della finestra mobile.

Rispondi