Permessi retribuiti contratto metalmeccanici

di Stefania Russo Commenta

Il contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici prevede a favore di tale categoria di lavoratori il diritto...

soldi

Il contratto dei metalmeccanici prevede a favore di tale categoria di lavoratori il diritto a fruire di permessi retribuiti per complessive 104 ore lavorative all’anno, equivalenti a 13 giorni lavorativi di 8 ore.

Tali permessi, ricordiamo, possono essere fruiti dal lavoratore in aggiunta alle ferie, che per questa tipologia di contratto ammontano complessivamente a quattro settimane per ciascun anno di lavoro.


Per poter fruire dei permessi spettanti, il lavoratore deve farne richiesta al proprio datore di lavoro almeno 15 giorni prima, in caso contrario le ore di permesso richieste verranno concesse compatibilmente con quelle che sono le esigenze aziendali. La richiesta deve essere fatta per iscritto (si veda “modulo richiesta permessi“) e il tetto massimo di concessione dei permessi retribuiti nello stesso giorno o periodo è pari al 5%.

Il contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici prevede inoltre che del numero totale di ore di permessi retribuiti, una quota non superiore alle 56 ore annue possa essere utilizzata per la fruizione collettiva, solo però a seguito di un incontro fra Direzione e Rappresentazione Sindacale da tenere entro il mese di maggio di ciascun anno. I lavoratori possono chiedere di fruire di tali permessi anche per gruppi di 4 ore, sempre compatibilmente con le esigenze aziendali.

Nel caso in cui il lavoratore non fruisca di tutte le ore di permesso a lui spettanti entro la fine di ciascun anno, le ore di permesso non fruite potranno essere godute nei successivi 24 mesi, dopodichè verranno liquidate in busta paga.

Rispondi