Novità responsabilità medici decretone sanità

di Stefania Russo Commenta

Il cosiddetto "decretone" messo a punto dal ministro della salute Renato Balduzzi e che sarà esaminato dal Consiglio dei ministri...

Il cosiddetto “decretone” messo a punto dal ministro della salute Renato Balduzzi e che sarà esaminato dal Consiglio dei ministri nel corso di una delle prossime riunioni contiene alcune importanti novità in tema di responsabilità dei medici, al fine di contrastare le numerose denunce a loro carico e le polizze sempre più care.

Una delle novità più significative al riguardo ha a che fare con l’obbligo per tutti i professionisti di stipulare idonea assicurazione per i rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale introdotto dalla manovra di agosto 2011 e prorogato ad agosto 2013.


Il nuovo provvedimento, in particolare, modifica alcuni aspetti di tale obbligo al fine di eliminare il potenziale problema che si potrebbe creare nel mercato assicurativo, dove le compagnie assicurative avrebbero la meglio imponendo premi sempre più elevati e attuando differenziazioni in base ai diversi rischi.

La mini-riforma della sanità del ministro Balduzzi, in particolare, prevede un meccanismo attraverso il quale il premio da pagare aumenterà o diminuirà a seconda dei danni commessi dal professionista ma al tempo stesso prevede anche una tutela precisa per l’esercente la professione sanitaria che svolge l’attività attenendosi a quelli che sono i “protocolli diagnostico-terapeutici, le linee guida e le buone pratiche”. Infatti, qualora il professionista svolga la sua professione attendendosi a questi principi e a questa prassi dovrà rispondere dei danni solo nei casi di dolo e colpa grave.

Il testo prevede inoltre un fondo di solidarietà per la categorie più esposte a rischio professionale, alimentato dal contributo dei professionisti che ne facciano espressa richiesta e da un’ulteriore partecipazione da parte delle imprese assicuratrici, il cui ammontare non potrà superare il 4% del premio stesso.

Rispondi