Novità governo Monti su tasse, pensioni e lavoro

di Stefania Russo Commenta

Il neo premier Mario Monti ha annunciato il suo piano volto a ridurre l'indebitamento del paese e che prevede, oltre alla reintroduzione dell'Ici sull'abitazione principale in quanto a suo avviso...

Se la riduzione della deduzione dell’Irpef sulla prima casa contenuta nella manovra finanziaria predisposta dal governo Berlusconi era stata letta dagli italiani come una reintroduzione fittizia dell’Ici sulla prima casa, ora non ci sono più dubbi, gli italiani a breve dovranno tornare a pagare l’imposta comunale sugli immobili anche per l’abitazione principale.

Il neo premier Mario Monti ha infatti annunciato il suo piano volto a ridurre l’indebitamento del paese e che prevede, oltre alla reintroduzione dell’Ici sull’abitazione principale in quanto a suo avviso “l’esenzione sull’abitazione principale è una anomalia nel confronto internazionale“, importanti novità anche in materia di lavoro e previdenza sociale.

CALCOLO ICI

Per quanto riguarda la previdenza, in particolare, al momento l’Italia per quanto riguarda la pensione di vecchiaia prevede delle soglie più alte rispetto a quelle di Francia e Germania, tuttavia per le pensioni di anzianità l’età resta a ferma a 60 anni. Per superare questo “problema” il neo ministro del Lavoro, Elsa Fornero, mira ad introdurre un’età flessibile di pensionamento a scelta del lavoratore e compresa fra 63 e 68-70 anni, con un calcolo contributivo che premia chi lascia il lavoro più tardi.

NUOVE TASSE CASA MANOVRA FINANZIARIA 2011

Per quanto riguarda il lavoro, invece, il piano predisposto dal nuovo governo prevede un superamento del dualismo delle regole in forza del quale i lavoratori anziani risultano essere privilegiati rispetto a quelli più giovani, una modifica che però interesserà solo le nuove assunzioni e non anche chi già lavora. L’idea, stando alle prime indiscrezioni, sarebbe quella di prevedere per i nuovi assunti un contratto a tempo indeterminato ma che prevede la possibilità di licenziare per motivi economici corrispondendo il pagamento di un indennizzo.

Rispondi