Novità contrattuali Governo Monti

di Vito Verna Commenta

Come cambierà il mondo del lavoro in seguito alla riforma del Governo Monti non sarebbe ancora dato saperlo.

Novità contrattuali Governo Monti

Come cambierà il mondo del lavoro in seguito alla riforma del Governo Monti non sarebbe ancora dato saperlo poiché, come noto, gli attori protagonisti della vicenda, a partire dai sindacati, avrebbero deciso di tacere sino a che qualcosa di definitivo non verrà approvato all’unanimità.

CHIARIMENTI INPS RIFORMA DELLE PENSIONI

Certo è che qualcosa sarebbe trapelato e, proprio grazie a codeste indiscrezioni, saremmo oggi in grado di descriversi, per sommi capi e con il beneficio, dovuto, del dubbio a causa della transitorietà di qualsivoglia decisione, quali potrebbero essere le forme contrattuali del futuro.

RIFORMA DEL WELFARE DEL GOVERNO MONTI

CONTRATTO DI APPRENDISTATO

Come forse qualcuno saprà questo contratto diventerà il sinonimo, per eccellenza, del lavoro giovanile e dell’ingresso nel mondo del lavoro. Moltissimi, se non tutti, passeranno per questa porta e, al fine di evitare qualsiasi strumentalizzazione di codesto strumento, il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero avrebbe deciso di concedere gli aiuti fiscali solamente a quelle aziende che riusciranno a dimostrare, anche e soprattutto grazie alla presenza di un tutor aziendale, sia di aver effettivamente formato gli apprendisti sia di averli assunti.

RIFORMA DEL WELFARE DEL GOVERNO MONTI

CONTRATTO A TERMINE

Tutti i contratti a termine, specialmente i contratti a tempo determinato, verranno “sanzionati”, sempre che possa utilizzare codesto termine, con una maggiorazione dell’1,4% delle aliquote contributive.

Si salveranno, grazie al cosiddetto premio di stabilizzazione (del quale ancora non sarebbero noti i dettagli), solamente quelle aziende che trasformeeranno il maggior numero di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato.

CONTRATTO A PROGETTO

Il Governo Monti, da questo punto di vista, avrebbe tutte le intenzioni di equiparare i contratti a progetto a tutte le altre forme contrattuali dipendenti.

Prevista, inoltre, l’abolizione della possibilità di interruzione del progetto prima dei termini dello stesso.

Rispondi