Modulo riscatto laurea Inps

di Stefania Russo Commenta

Al fine di riuscire a raggiungere prima il tanto ambito traguardo della pensione e al fine di ottenere, un domani, un assegno più..

Al fine di riuscire a raggiungere il prima possibile il tanto ambito traguardo della pensione e al fine di ottenere, un domani, un assegno più cospicuo da parte dell’ente previdenziale, i laureati possono riscattare gli anni del periodo del corso legale di laurea, una possibilità concessa sia agli iscritti alla gestione separata sia a coloro che non sono iscritti ad alcuna forma di previdenza e che non hanno ancora intrapreso alcuna attività lavorativa.


L’onere oggetto del riscatto della laurea può essere pagato in un’unica soluzione oppure a rate per un massimo di 120 rate (10 anni). La domanda può essere presentata in qualunque momento, compilando l’apposito modulo, in particolare coloro che non sono iscritti ad alcuna forma di previdenza dovranno compilare il modulo “R.L./1”, mentre coloro che sono iscritti alla gestione separata dovranno compilare il modulo “R.L.P.”.

Il modulo compilato dovrà poi essere consegnato alle sede Inps territorialmente competente, alla domanda dovrà inoltre essere allegato il certificato rilasciato dall’Università, che attesta il conseguimento della laurea e la durata legale del corso di studi, e il modello 01M/sost. rilasciato dal datore di lavoro, che attesta la retribuzione percepita al momento della domanda e che servirà a calcolare l’importo dei contributi da versare per il riscatto.

[email protected]

Rispondi