Lettera di presentazione neolaureato o neodiplomato

di Stefania Russo Commenta

La lettera di presentazione riveste un'importanza fondamentale ai fini della ricerca di un nuovo impiego, secondo una recente indagine pare..

La lettera di presentazione riveste un’importanza fondamentale ai fini della ricerca di un nuovo impiego, secondo una recente indagine pare infatti che chi allega al proprio curriculum una lettera di presentazione ha maggiori possibilità rispetto a chi presenta esclusivamente il curriculum oppure a chi lo presenta insieme ad una lettera di presentazione non corretta o banale.

Una lettera di presentazione corretta ed efficace deve presentare una struttura standard ma deve essere personalizzata nel contenuto. A tal fine bisogna anzitutto distinguere se il candidato è un neolaureato o un neodiplomato alla ricerca del primo impiego oppure se, al contrario, si tratta di una persona che ha già esperienze lavorative ed è alla ricerca di un nuovo lavoro.


In entrambi i casi, come dicevamo, la struttura è sempre la stessa, ovvero: dati del candidato in alto a sinistra, dati dell’azienda in alto a destra, oggetto, corpo del testo, luogo, data e firma.

Nel caso in cui il candidato è un neolaureato o un neodiplomato, non potendo far leva sulle competenze acquisite mediante precedenti esperienze lavorative, bisogna trovare un punto di incontro tra la posizione ricercata e il proprio percorso di studi. A tal fine, dunque, occorre esporre, attraverso brevi cenni che saranno poi approfonditi nel curriculum allegato, i seguenti punti: il piano di studi, la tesi e le altre specializzazioni di carattere universitario o successive al diploma e che siano attinenti con il ruolo ricercato; master e specializzazioni attinenti al ruolo ricercato; competenze trasversali come conoscenza delle lingue, viaggi e studi all’estero e conoscenza di strumenti informatici; caratteristiche e attitudini personali compatibili con il ruolo ricercato; aspirazioni e motivazioni.

Rispondi