Le figure professionali più richieste dopo la riforma del mercato del lavoro

di Vito Verna Commenta

La riforma del mercato del lavoro del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, letteralmente sconvolgendo il panorama italiano del lavoro, avrebbe altresì contribuito a modificare competenze, capacità e professionalità richieste a tutti colori i quali, avvicinandosi per la prima volta al mondo del lavoro, intenderebbero conquistare un posto di lavoro più o meno fisso.

Le figure professionali più richieste dopo la riforma del mercato del lavoro

La riforma del mercato del lavoro del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, letteralmente sconvolgendo il panorama italiano del lavoro, avrebbe altresì contribuito a modificare competenze, capacità e professionalità richieste a tutti colori i quali, avvicinandosi per la prima volta al mondo del lavoro, intenderebbero conquistare un posto di lavoro più o meno fisso.

RIFORMA DEL WELFARE DEL GOVERNO MONTI

Ebbene vi è da scommettere, complice anche la crisi economica e finanziaria, che le imprese italiane, comprensibilmente desiderando ridurre il personale stabilmente assunto, si concentreranno sull’assunzione di personale quanto più qualificato, competente e professionale possibile andando sempre a scegliere, ove naturalmente ciò sia possibile, un candidato che, nel proprio curriculum, possa vantare il possesso di almeno una laurea triennale.

LAVORATORI PRECOCI ED ESODATI RIFORMA DELLE PENSIONI

In particolar modo, considerando le presunte 407.000 assunzioni a carattere non stagionale dell’intero 2012, sulle quali si possono fare, attualmente, solamente delle supposizioni e sulle quali andranno a pesare sia la crisi economica e finanziaria che la riforma del mercato del lavoro, si può dire che il 40,9% riguarderà personale diplomato ed il 14,5% del totale personale laureato (il restante 44,6% dovrebbe invece riguardare personale avente differenti qualifiche professionali o personale totalmente privo di qualsiasi specifica formazione).

NOVITA’ LAVORO GOVERNO MONTI

Considerando, invece, le singole e specifiche professionalità si potrebbe affermare che tra i laureati potranno godere di sicuro e scontato successo gli economisti (circa 17.000 assunzioni durante tutto il 2012), gli ingegneri dell’informazione (circa 7.000 assunzioni durante tutto il 2012) e tutti i laureato in un qualsiasi indirizzo sanitario, medico e paramedico.

Tra i diplomati, invece, di maggior fortuna potrebbero riuscire a godere tutti i diplomati degli indirizzi amministrativo-commerciale (circa 40.000 assunzioni durante tutto il 2012), meccanico (circa 15.000 assunzioni durante tutto il 2012) e turistico-alberghiero (circa 9.000 assunzioni durante tutto il 2012)

Rispondi