Lavoro familiare ancora a carico delle donne

di Stefania Russo Commenta

Nel suo ultimo rapporto l'Istat ha sottolineato la forte disuguaglianza che ancora esiste la nella divisione del carico di lavoro familiare..

Nel suo ultimo rapporto l’Istat ha sottolineato la forte disuguaglianza che ancora esiste nella divisione del carico di lavoro familiare tra i due partner.

Secondo quanto rilevato dall’Istituto, che ha basato il suo rapporto su un sondaggio a cui hanno preso parte oltre 18.000 famiglie e 40.000 persone, oltre il 76% del lavoro familiare è ancora a carico delle donne. La situazione, dunque, resta pressoché immutata rispetto a circa sette anni fa, quando la percentuale era appena superiore al 77%.


Dall’indagine svolta dall’Istituto di statistica emerge che la differenza nella ripartizione del carico di lavoro familiare è presente in tutto il paese, anche se il Nord presenta un livello leggermente più basso, probabilmente perché nell’area settentrionale del paese sono anche di più le donne lavoratrici, oltre che casalinghe.

La differenza che c’è tra Nord e Sud, infatti, emerge soprattutto nelle coppie in cui la donna lavora, in particolare l’indice assume valori inferiori al 70% solo nelle coppie settentrionali in cui lei lavora e non ci sono figli, e nelle coppie in cui la donna è una lavoratrice laureata.

Secondo il rapporto, in particolare, prendendo in considerazione un giorno qualunque, il 98,9% delle donne che vivono in coppia si occupa del lavoro familiare mentre circa il 24,1% degli uomini vi dedica meno di dieci minuti, percentuale che sale al 31% se la partner è una lavoratrice.

Rispondi