Formazione ed assunzione giovani under 30

di Lucia Guglielmi Commenta

In Italia c’è una città che primeggia in quanto a formazione ed assunzione di giovani sotto i 30 anni, ed è Milano. A rilevarlo nei giorni scorsi è stata la Confartigianato in accordo con un Rapporto del proprio Ufficio Studi.

In Italia c’è una città che primeggia in quanto a formazione ed assunzione di giovani sotto i 30 anni, ed è Milano. A rilevarlo nei giorni scorsi è stata la Confartigianato in accordo con un Rapporto del proprio Ufficio Studi, da cui è altresì emerso purtroppo come nel nostro Paese i giovani senza lavoro, di età tra i 25 ed i 34 anni, siano ben 1,9 milioni.

E considerando che al Sud da questo punto di vista si registrano valori di disoccupazione giovanile record, con ben 1,1 milioni di inattivi, secondo l’Associazione degli artigiani l’apprendistato e la relativa Riforma possono rappresentare una chance per oltre mezzo milione di giovani lavoratori.



LAVORO E FORMAZIONE CONTINUA

E così per i più giovani, come sopra accennato, le maggiori opportunità di occupazione le troviamo nel capoluogo lombardo, dove in base alle rilevazioni della Confartigianato le imprese quest’anno assumeranno complessivamente quasi 50 mila under 30. A seguire in questa speciale classifica delle Città virtuose ci sono Trieste, Firenze, Rimini e Bologna.

LAVORO GIOVANI QUALIFICATO PER DIECIMILA PUGLIESI

E l’apprendistato, proprio per il settore dell’artigianato, rappresenta una grande chance per i giovani al fine di poter entrare nel mondo del lavoro. A livello regionale è la Lombardia quella con il maggior numero di apprendisti, quasi 90 mila, con a ruota il Veneto, la Regione Lazio e la Regione Emilia-Romagna, mentre per singola Città a primeggiare è ancora una volta la Provincia di Milano e quella di Monza e Brianza in quanto alla maggiore densità di apprendisti rispetto alle altre Province italiane.

Rispondi