Fac-simile richiesta part-time

di Stefania Russo 3

In determinati casi il lavoratore assunto con contratto a tempo pieno può avere l'esigenza di ridurre la durata settimanale della propria prestazione lavorativa..

In determinati casi il lavoratore assunto con contratto a tempo pieno può avere l’esigenza di ridurre la durata settimanale della propria prestazione lavorativa. In tal caso è possibile avanzare al proprio datore di lavoro richiesta di trasformazione del proprio contratto full-time in un rapporto di lavoro part-time.

E’ bene precisare che la trasformazione del contratto da full-time a part-time e viceversa presuppone sempre un accordo scritto tra le parti, pertanto il datore di lavoro non ha alcun obbligo ad accettare la richiesta del suo dipendente.


Quest’ultimo, tuttavia, qualora le motivazione della richiesta siano fondate, ha un diritto di priorità nei confronti degli altri lavoratori nel caso in cui il datore di lavoro ritenga di dover ricorrere a prestazioni part-time.

Di seguito proponiamo un esempio di richiesta di trasformazione a tempo parziale del rapporto di lavoro da inviare al proprio datore di lavoro.

Spett. …

Via

Cap Città

Oggetto: richiesta di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale

Il/La sottoscritto/a nato/a a ……… il ……… residente a ……… in via ……… assunto presso la Vostra azienda con contratto full-time a tempo determinato/indeterminato dal ……… con la qualifica di ……… mansione ……… livello ………

CHIEDE

la trasformazione del proprio rapporto di lavoro da full-time a part-time verticale/orizzontale/misto con orario giornaliero/settimanale di ……… ore per un periodo di ……… mesi/anni per i seguenti motivi:
………………………………………………………………….

Luogo e data

Firma
…………..

Commenti (3)

  1. Buonasera,nel caso in cui un lavoratore faccia la proposta al suo datore è però necessario dare una motivazione? o semplicemente basta la richiesta da parte del lavoratore? nel caso in cui serva per forza la motivazione deve essere seria e comprovata?

    Grazie, distinti saluti.

  2. Il mio principale mi ha chiesto di presentare una richiesta di part time ( da 40 ore a 24 ) in modo da poter assumere un’altra persona… però il mio timore è quello che, nonostante questa mia richiesta “obbligata”, sarò cmq costretta a fare 40 ore per dover stare dietro al nuovo assunto… il vantaggio sarà solo per il principale, non il mio in quanto mi diminuirà lo stipendio. Che posso fare?

  3. Una mia collega ha chiesto la riduzione del suo part-time, attualmente di 36 h Ccnl terziario livello Q, a 25 h settimanali per un periodi di 24 mesi per motivi familiari (ha due bambini di 10 e 6 anni). le sue mansioni andrebbero ripartite tra altri tre colleghi di cui due in part time a 36 ed uno a full time ( 1 Quadro e due 1°LIVELLO). Le due colleghe part time 36 sono disposte a passare full time mentre il collega già full time sarebbe disposto previa assegnazione di un superminimo individuale – così da mantenere la spesa neutra.
    l’amministratore non vuole acconsentire alla riduzione posponendo al 2015 la riorganizzazione e non vuole neanche ridividere le competenze (abbiamo capito che preferirebbe assumere nuovo personale piuttosto che aumentare le retribuzioni dei colleghi disponibili).
    Io direi che non può rifiutare la riduzione alla collega e non può procedere a nuove assunzioni se ci sono colleghi disponibili al completamento orario. specifico che inoltre siamo una società partecipata al 100% da un ente locale e ormai sono moltissime le occasioni in cui veniamo assimilati al pubblico impiego.
    Che ne dite?

Rispondi