Eliminate le società a capitale ridotto e limiti a srl

di Fabrizio Martini Commenta

Il Governo attraverso la ratifica del decreto sull'occupazione ha riformato alcuni tipi di società e ne ha eliminati alcuni.

soci di una società

Il Governo introduce una bella novità per dare uno stimolo alla creazione di impresa. Viene infatti migliorata la legge sulle srl introdotta dal Governo Monti lo scorso anno per stimolare i giovani a creare una piccola azienda e a mettersi in proprio. Viene tolto il limite per costituire una srl semplificata. Da adesso in poi non esisterà infatti alcun limite di età per poter costituire una srl semplificata; viene inoltre prevista l”abrogazione delle srl a capitale ridotto ed inoltre vengono previste maggiori possibilità di accesso al  “regime agevolato” riconosciuto alle imprese innovative, le cosiddette start up, di cui tanto si parla nell’ultimo periodo.

Questo è ciò che viene previsto nel  decreto legge n. 76 del 28 giugno, cioè il decreto legge sul lavoro e sull’occupazione che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 150 di questa settimana. Le modifiche riguardano in particolare le nuove forme societarie introdotte nell’ordinamento italiano lo scorso anno da Monti nel suo pacchetto per il lavoro.

Le novità del decreto lavoro  messo in piedi dal Governo Letta sono molte. E’ stata attuata una modifica al comma 1 dell’art. 2463-bis c. c.  e così è stato previsto che la srl semplificata può essere costituita da soci persone fisiche senza che essi abbiano necessariamente un’età inferiore ai 35 anni.

Inoltre l’abrogazione del comma 4° dello stesso articolo del Codice Civile elimina il divieto di cedere quote a soggetti over trentacinquenni, dando così completezza alla intera disciplina.

Viene modificato anche il punto 6 del comma 2  che elimina quindi  l’obbligo di scegliere gli amministratori fra i soci.

In prati vengono limate le differenze fra società semplificate e società a capitale ridotto. Infatti esse sono praticamente inesistenti, quindi il Governo ha deciso di eliminare totalmente le società a capitale ridotto dall’ordinamento. E’ stata prevista infatti  la completa abrogazione dei primi quattro commi dell’art. 44 del d.l. 83/2012 convertito con legge n. 134 dello scorso 7 Agosto.

 

Rispondi