Durata indennità ASpI

di Stefania Russo Commenta

A partire dal 1° gennaio 2013 l'indennità di disoccupazione è stata sostituita dall'ASpI (Assicurazione Sociale per l'Impiego)...

A partire dal 1° gennaio 2013 l’indennità di disoccupazione è stata sostituita dall’ASpI (Assicurazione Sociale per l’Impiego), che allo stesso modo consiste in un contributo mensile erogato a favore di lavoratori che hanno perso il lavoro per cause indipendenti dalla loro volontà, sempre che siano in possesso dei requisiti previsti in termini di contributi versati nel corso dell’ultimo biennio.

Per quanto riguarda in particolar modo la durata della prestazione, le nuove norme prevedono un allungamento legato all’età anagrafica dell’avente diritto.


Al riguardo occorre inoltre distinguere tra periodo transitorio (2013-2015) e periodo a regime (dal 2016 in poi). In particolare, per le prestazioni relative agli eventi intercorsi nell’anno 2013 la durata è di otto mesi per i soggetti con età anagrafica inferiore a cinquanta anni e di dodici mesi per i soggetti con età anagrafica pari o superiore a cinquanta anni; per le prestazioni relative agli eventi intercorsi nell’anno 2014 la durata della prestazione è di otto mesi per i soggetti con età anagrafica inferiore a cinquanta anni, di dodici mesi per i soggetti con età anagrafica pari o superiore a cinquanta anni ma inferiore a cinquantacinque anni e di quattordici mesi per i soggetti con età anagrafica pari o superiore a cinquantacinque anni; per le prestazioni relative agli eventi intercorsi nell’anno 2015 è di dieci mesi per i soggetti con età anagrafica inferiore a cinquanta anni; dodici mesi per i soggetti con età anagrafica pari o superiore a cinquanta anni ma inferiore a cinquantacinque anni e di sedici mesi per i soggetti con età anagrafica pari o superiore a cinquantacinque anni.

A regime, invece, ovvero dal 1° gennaio 2016 in poi, per i lavoratori di età inferiore ai cinquantacinque anni, l’indennità viene corrisposta per un periodo massimo di dodici mesi, previa detrazione dei periodi di indennità già eventualmente fruiti sia a titolo di indennità di disoccupazione ASpI che mini-ASpI, nell’arco di un periodo precedente la data di cessazione del rapporto di lavoro, mentre per i lavoratori di età pari o superiore ai cinquantacinque anni, l’indennità è corrisposta per un periodo massimo di diciotto mesi, sempre previa detrazione dei periodi di indennità già eventualmente fruiti sia a titolo di indennità di disoccupazione ASpI che mini-ASpI, nell’arco di un periodo precedente la data di cessazione del rapporto di lavoro.

Rispondi