Durata del periodo di comporto per malattia

di Stefania Russo 3

In caso di malattia prolungata o di assenza per un infortunio non riconducibile al lavoro, il lavoratore può astenersi dallo svolgimento...

In caso di malattia prolungata o di assenza per un infortunio non riconducibile al lavoro, il lavoratore può astenersi dallo svolgimento della prestazione lavorativa solo per un determinato periodo di tempo, superato il quale il datore di lavoro può procedere al licenziamento per giustificato motivo.

Il periodo durante il quale il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto di lavoro prende il nome di periodo di comporto e ha una durata che varia a seconda del contratto collettivo nazionale di riferimento.


Nel caso del contratto del commercio, in particolare, la durata massima del periodo di comporto è di 180 giorni in un anno solare, indipendentemente dalla durata dell’orario di lavoro.

Per il contratto dei metalmeccanici il periodo di comporto viene calcolato in riferimento alle assenze effettuare nei tre anni precedenti ogni nuovo ultimo episodio morboso con una durata che varia a secondo dell’anzianità, ovvero: 6 mesi per anzianità di servizio fino a 3 anni compiuti, 9 mesi per anzianità di servizio oltre i 3 anni e fino ai 6 anni compiuti e 12 mesi per anzianità di servizio oltre i 6 anni. In questo caso è previsto anche il cosiddetto periodo di comporto prolungato, in particolare nell’ipotesi in cui il superamento del periodo di comporto sia determinato da un evento morboso continuativo o interrotto da un’unica ripresa del lavoro per un periodo non superiore a 2 mesi, il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto per un ulteriore periodo pari al 50% della misura ordinaria.

Il contratto dei metalmeccanici artigiani Confsal prevede invece un periodo di comporto massimo di 6 mesi nell’ultimo biennio e di 9 mesi nell’ultimo triennio, mentre per il contratto metalmeccanici artigiani è di 9 mesi o 10 mesi nell’arco dei 24 mesi precedenti.

Per colf e badanti il periodo di comporto è di 45 giorni in un anno solare, il contratto della scuola prevede un periodo massimo di 18 mesi per assenze per malattia verificatesi nel triennio precedente, mentre il contratto scuole private (ANINSEI) prevede un periodo massimo di assenza pari a 180 giorni in un anno solare.

Infine, il periodo massimo di comporto previsto dal contratto metalmeccanici per installazione impianti, orafi e odontotecnici è di 6 mesi per anzianità fino ai 5 anni e 8 mesi per anzianità oltre i 5 anni.

Commenti (3)

  1. volevo cortesemente chiedere con il contratto gas-acqua a quanto ammontano i giorni di comporto, e se i giorni di ricovero e quelli ulteriori di riposo rilasciati dall’ospedale stesso valgono per il calcolo del computo,grazie Mario.

  2. sono dipendente da 5 anni come operaio c/o una azienda metalmeccanica. sono affetto da una malattia rara e nel corso degli ultimi tre anni ho fatto 250 gg. di malattia mi mancano quindi 24 giorni per superare il comporto breve e rischiare di essere licenziato. In caso di una eventuale prossima malattia posso utilizzare le ferie? e se vengo ricoverato i giorni del ricovero vengono calcolati come malattia normale oppure no.

Rispondi