Contratto di lavoro a tempo determinato

di Stefania Russo 1

Il contratto di lavoro a tempo determinato può essere stipulato nell'ipotesi in cui un'azienda abbia la necessità di incrementare il numero dei suoi dipendenti...

Il contratto di lavoro a tempo determinato può essere stipulato nell’ipotesi in cui un’azienda ha la necessità di incrementare il numero dei dipendenti per un periodo di tempo limitato, in forza di determinate ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo.

I casi più frequenti riguardano il lavoro stagionale, la sostituzione di una dipendente per il periodo della maternità oppure la sostituzione di un dipendente assente per ferie o malattia.


Al contrario, invece, non è possibile assumere lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per sostituire lavoratori in sciopero, così come pure non possono stipulare contratti di questo tipo le aziende che hanno effettuato dei licenziamenti collettivi nei sei mesi precedenti e le aziende che sono iscritte alla Cassa Integrazione Guadagni.

[LEGGI] DURATA MASSIMA CONTRATTO A TERMINE

Il lavoratore assunto con contratto a tempo determinato ha diritto alle ferie, alla tredicesima mensilità e, al termine del rapporto, ha diritto a ricevere un trattamento di fine rapporto il cui ammontare dipende dalla durata del contratto stesso.

[LEGGI] OBBLIGO MOTIVAZIONE CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

I lavoratori assunti con contratto di lavoro a termine possono essere licenziati solo per giusta causa o per giustificato motivo. Al di fuori di questi casi si configura un’ipotesi di licenziamento illegittimo che, una volta accertato in sede giudiziale, comporta l’obbligo del datore di lavoro di risarcire il lavoratore mediante il pagamento delle mensilità che avrebbe ricevuto nel periodo compreso tra il licenziamento e la scadenza naturale del contratto.

I riferimenti legislativi del contratto di lavoro a tempo determinato sono il D. Lgs. n. 368/2001 e la Legge n. 133/2008.

Commenti (1)

  1. Vorrei sapere se una volta firmato un contratto di lavoro a tempo determinato, il lavoratore può recedere? Se si per quali motivi e a cosa va incontro.
    Grazie

Rispondi