Comunicazione ferie collettive

di Stefania Russo 1

In virtù del suo potere organizzativo, l'imprenditore può decidere di chiudere la sua azienda o soltanto alcuni....

In virtù del suo potere organizzativo, l’imprenditore può decidere di chiudere l’azienda o soltanto alcuni reparti in un determinato periodo dell’anno, in genere ciò avviene durante le prime settimane del mese di agosto e durante i giorni a ridosso delle festività natalizie.

In tal caso i suoi dipendenti vengono automaticamente messi in ferie, in altre parole sono “obbligati” ad andare in ferie durante il periodo di chiusura aziendale e non possono in alcun modo opporsi a tale circostanza.


Una volta stabilito il periodo di ferie collettive, il datore di lavoro lo comunica ai suoi dipendenti. Di seguito un esempio di comunicazione scritta da inviare ai lavoratori per indicare loro il periodo di chiusura aziendale e quindi il periodo in cui dovranno usufruire delle ferie annuali.

Spett. …

Via

Cap Città

Oggetto: chiusura aziendale e ferie collettive

Egregio Sig. …………,
con la presente Le comunichiamo che l’azienda/l’unità produttiva ………… resterà chiusa dal …………. al …………. e che pertanto durante tale periodo tutto il personale in essa impiegato sarà considerato in ferie.

Cordiali saluti

Luogo e data

Timbro e firma

Commenti (1)

  1. Pensavo che le ferie collettive potessero essere imposte dal datore di lavoro solo con il presupposto che TUTTE le attività dell’impresa venissero fermate per tutto il periodo stabilito di ferie collettive. Quali sono gli articoli di legge a riguardo? Posso imporre le ferie collettive ad agosto al personale del reparto magazzino e spedizioni, e continuare a far lavorare il personale dei reparti progettazione e dei cantieri, che fruiranno delle rispettive ferie annuali in periodi dell’anno concordati ma diversi dal mese di agosto per evitare il blocco delle attività, anche in modalità frazionata qualora venga richiesto dal singolo lavoratore.

Rispondi